Virgilio Sport

Vertice calcio-Governo: la decisione dopo gli scontri tra ultras

Nessun nuovo decreto legge, solo un'interpretazione più stringente delle attuali norme

11-01-2023 15:39

Un’interpretazione più stringente delle norme già in vigore. Questo quanto partorito dal vertice calcio-Governo di questa mattina, organizzato a seguito degli scontri tra ultras di Roma e Napoli in un area di servizio dell’Aretino, a Badia del Pino, la stessa in cui, nel 2007, perse la vita il tifose della Lazio Gabriele Sandri.

Vertice calcio-Governo: nessun nuovo decreto legge

Nessun nuovo decreto legge, solamente un’approccio interpretativo più duro delle norme in essere, soprattutto per quanto riguarda l’argomento trasferte. Sembra essere questa la strada da seguire, tracciata dalla riunione da poco terminata al Viminale, in cui hanno preso parte il Ministro degli Interni Matteo Piantedosi, insieme a quello dello Sport Andrea Abodi, oltre agli esponenti del calcio italiano, rappresentati dai presidenti di Figc e Lega, ovvero Gabriele Gravina e Lorenzo Casini.

Scontri tifosi Roma-Napoli e futuro: interpretazione più severa delle norme già in vigore

Allo stato dell’arte, si attenda solamente l’esito di un’altra assemblea, quella cioè dell’Osservatorio nazionale per la sicurezza delle manifestazioni sportive in cui l’approccio deciso in Viminale dovrà essere codificato in suggerimenti e direttive da girare a questori e prefetti. Visti i tempi ristretti, però, almeno per quanto riguarda il prossimo turno di campionato, non dovrebbero esserci cambiamenti in materia.

“C’è grande collaborazione – ha sottolineato Casini -: sicuramente c’è la volontà di venirne a capo, con interpretazioni più severe delle leggi che già abbiamo”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...