Virgilio Sport

Volley femminile Champions League, è una Milano da urlo: Egonu strapazza Vargas, finale più vicina

L'Allianz Milano si regala una serata di gala: domina il Fenerbahce nella semifinale d'andata di Champions League, con Egonu che stravince il duello con Melissa Vargas

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Questa si che è una Milano da bere: demolisce il Fenerbahce, esorcizza lo spauracchio Melissa Vargas e fa un passo enorme verso la finale di Champions, concedendosi il lusso di potersi presentare tra una settimana in Turchia con quattro risultati su sei (solo una sconfitta per 3-0 o 3-1 spedirebbe la contesa al golden set: anche un ko. per 3-2 qualificherebbe l’Allianz). Un piccolo capolavoro che esalta la serata di straordinaria vena delle ragazze di Gaspari, che così belle, sfrontate e determinate in stagione raramente si erano potute ammirare.

La serata perfetta: Melissa Vargas può solo guardare

Era la notte più attesa dell’anno, quella della sfida diretta tra Paola Egonu e Melissa Vargas. Una sfida che in realtà è rimasta tale solo sulla carta, perché l’opposto del Vero Volley ha letteralmente dominato il confronto sotto ogni punto di vista, senza lasciare mai l’opportunità alla cubana (naturalizzata turca) di rispondere alle percentuali della leader di Milano.

Che ha trovato in Raphaela Folie la spalla ideale per scardinare il fortino eretto dalle avversarie: la centrale ha dominato sotto rete, sfruttando certo l’assenza di Eda Erdem (fuori per un infortunio rimediato nell’ultima partita di campionato), ma dimostrando di aver raggiunto una forma psicofisica eccellente nel momento in cui la stagione è entrata nel vivo. Anche il recupero lampo di Sylla (non al meglio, ma comunque preziosa) ha contribuito alle fortune dell’Allianz, che ha sfruttato anche le giocate di una Cazaute che dopo una prima parte di stagione in chiaroscuro ha preso realmente coscienza dei propri mezzi.

Egonu trascinatrice, ma non solo: l’Allianz è una sinfonia

Difficile pronosticare una serata migliore. Milano è partita col piede premuto sull’acceleratore, con Gaspari che ha schierato Orro ed Egonu, Sylla e Cazaute in diagonale, Folie e Rettke al centro, con Brenda Castillo nel ruolo di libero (prova davvero notevole la sua).

Due muri di Folie nei primi 5 scambi di partita offrono subito il polso della situazione e mettono le turche subito sull’attenti. Lo spauracchio Vargas non ingrana, ma ci pensa l’altra gemma preziosa, la russa Fedorovtseva, a rimettere subito in partita le compagne. Nel primo set gli equilibri si spostano rapidamente al servizio, poi Milano piazza un parziale di 6-0 passando da 11-13 a 17-13 e a quel punto entra in modalità controllo, con Egonu che chiude da seconda linea due attacchi che valgono il primo punto di serata.

Nel secondo set si sveglia Vargas, che costringe il Vero Volley a inseguire, sebbene in un amen le ragazze di Gaspari salgono sull’11-8. Stavolta però non c’è modo di scappare, e anzi la prima vera fuga la mandano a referto le turche, che sul 19 pari alzano i giri del motore e scappano sul 23-20. Non hanno fatto i conti però con una monumentale Folie, che assieme a Egonu e Orro (gran punto dopo un’azione infinita) si procurano tre palle set, l’ultima delle quali convertita da un attacco di Cazaute che fa esplodere l’Allianz Cloud.

Folie, una serata magica: 8 muri personali!

La serata magica di Folie prosegue nel terzo set, che la vede forzare due volte al servizio in avvio, trovando due ace di mirabile bellezza. Quando il Fenerbahce si rifà sotto è ancora la centrale di Milano a rimettere un po’ di distanza (fondamentali un ace e un altro muro a metà parziale), prima dell’allungo decisivo che stronca ogni velleità delle turche, che si ritrovano dal +1 sul 17-16 a inseguire addirittura 23-17 (devastanti Egonu e la solita Folie). L’ultimo punto lo mette a terra Egonu, trovando le mani out del muro, e la festa è completa.

Impressionanti le cifre dell’Allianz: 22 punti di Egonu col 57% in attacco, 8 i muri di Folie (il Fenerbahce ne ha registrati 3 in totale…), 49% in ricezione. Una prova di forza impressionante che consente di volare nel Bosforo con un po’ più di certezze e la voglia di completare l’opera. Conegliano, impegnata giovedì con l’Eczacibasi, prenda pure nota.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Falkensteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...