Virgilio Sport

Volley femminile: la UYBA spiazzata da Velasco e dalla FIPAV, la Lega si schiera sul doppio incarico

La UYBA ha emesso un comunicato nel quale, congratulandosi con Velasco per l'incarico da CT, spiega di essere in attesa di sapere se potrà proseguire ad allenare la squadra.

09-11-2023 10:28

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Velasco nuovo CT della nazionale femminile è una certezza, ma in che veste e in che forma è ancora presto per dirlo. Perché il comunicato emesso ieri dalla FIPAV non ha risolto del tutto il grande “mistero” che aleggia da anni sulla testa dei commissari tecnici delle nazionali azzurre: che ne sarà dell’incarico di capo allenatore di Velasco a Busto Arsizio?

La UYBA ieri sera ha emesso un comunicato nel quale, congratulandosi con il suo allenatore per il prestigioso incarico ottenuto, ha lasciato intendere che nessuna comunicazione è stata data circa un possibile addio del tecnico argentino a partire dal 1° gennaio.

Tradotto in soldoni: la società lombarda lascia intendere chiaramente che nessuno l’ha avvisata che tra poco meno di due mesi dovrà scegliersi un altro tecnico, mentre l’Assemblea di Lega di Serie A di oggi, giovedì 9 novembre, ha fatto chiarezza una volta di più sulla possibilità che un commissario tecnico della nazionale possa effettivamente ricoprire il “doppio incarico”, quello di allenatore di squadre di club da settembre ad aprile e quello di CT da maggio ad agosto.

L’assemblea di Lega e la discussione sul “doppio incarico”

Busto Arsizio rischia di ritrovarsi travolta da uno tsunami che non aveva messo in conto quando, a primavera inoltrata, aveva raggiunto l’accordo con l’ex allenatore della “generazione di fenomeni” del volley azzurro al maschile.

Il progetto tecnico della UYBA è improntato su un gruppo giovane e di prospettiva, e siccome Velasco arrivava da anni proficui vissuti nelle vesti di direttore tecnico delle nazionali giovanili azzurre, la volontà del club era quella di pianificare una crescita costante e a lungo termine, affidando il progetto al soggetto che meglio di qualunque altro avrebbe potuto fare al caso della società bustocca.

Adesso però le cose sembrano essere sul punto di cambiare: se la FIPAV non ha mai visto di buon occhio il “doppio incarico” (del resto l’Italia è praticamente l’ultima nazionale tra le big mondiali a prevedere questa formula “esclusiva”), è chiaro che la situazione di Busto Arsizio rischia di diventare un buon pretesto per convincere anche le altre sorelle di Serie A ad affrontare la questione, una volta per tutte. Va da sé che il parere dell’Assemblea di Lega non è vincolante, nonostante la previsione di una votazione ufficiale nel vero senso della parola.

La UYBA e la mancata comunicazione. E il web “invoca” Mazzanti

La stessa società bustocca ha fatto sapere di essere venuta a conoscenza dell’accordo raggiunto tra la federazione (quindi il presidente Giuseppe Manfredi) e Velasco soltanto dai mezzi dell’informazione, anche se questa versione appare abbastanza improbabile (il tecnico allena ogni giorno le ragazze in palestra e da settimane il suo nome è in cima ai pensieri della FIPAV: possibile che non ci sia mai stata una parola di confronto?).

Di sicuro, la UYBA si ritrova in una posizione assai scomoda, perché il rischio concreto è di doversi trovare costretta a cercare un nuovo allenatore e pure in tempi piuttosto rapidi, magari interrompendo a breve scadenza il rapporto con Velasco, se questo ormai è da considerarsi deteriorato (che senso avrebbe aspettare gennaio?).

Sul web peraltro s’è scatenata già la corrente che vorrebbe Davide Mazzanti in testa alle preferenze per la sostituzione del neo commissario tecnico, in una sorta di staffetta che assumerebbe un significato davvero unico e particolare.

Le ipotesi: “rottura” o deroga. E quel precedente di aprile

Velasco verrà presentato dalla federazione il prossimo 21 novembre, e per quella data ogni nodo dovrà essere venuto al pettine. C’è chi sostiene che alla fine verrà concessa una deroga a Busto Arsizio, che potrà dunque proseguire la stagione con il tecnico argentino al timone, e chi sostiene che l’annuncio fatto nella giornata di mercoledì 8 novembre dalla FIPAV sia stato proprio propedeutico a una “forzatura” che dovrà giocoforza avvenire nelle prossime ore, e che porterà all’inevitabile scontro tra federazione (con Velasco a questo punto sul carro) e UYBA.

C’è peraltro un precedente legato proprio al tecnico di La Plata che aumenta la suspense intorno alla vicenda: quando a primavera Julio andò a chiedere a Manfredi di poter allenare a Busto Arsizio e contemporaneamente mantenere il ruolo da direttore delle nazionali giovanili, il presidente gli comunicò che la federazione non avrebbe potuto approvare una simile richiesta.

Qualcuno (esagerando) parlò anche di una piccola frattura, evidentemente ricomposta a stretto giro di posta, se è vero che oggi Velasco è l’uomo al quale Manfredi ha deciso di affidare il complicato rilancio della nazionale femminile dopo le macerie dell’estate appena trascorsa. La UYBA se ne dovrà fare una ragione, ma promette battaglia.

Il parere della Lega Volley Femminile sul doppio incarico

Il Consiglio di Lega ha effettivamente affrontato la questione, sottoponendo a votazione la questione relativa al doppio incarico e confermando le norme vigenti che non lo vietano in alcun modo, con dodici sì e due astenuti. Al termine del Consiglio ha parlato il presidente di Lega, Mauro Fabris:

Riguardo alla decisione di ieri della FIPAV, assunta alla vigilia della nostra riunione odierna, di indicare Julio Velasco, quale allenatore della Nazionale seniores, non possiamo che apprezzare tale scelta di chiamare un grande della storia della pallavolo mondiale a guidare le azzurre verso le Olimpiadi per provare a raggiungere i successi che ancora ci mancano. Sul tema, la nostra Assemblea si è espressa confermando le norme di Lega vigenti, che non prevedono alcun divieto al cosiddetto doppio incarico.

Velasco con il doppio incarico? L’esempio Pozzecco

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...