,,
Virgilio Sport SPORT

Wanda Nara-Marotta, botta e risposta in diretta tv

La moglie-agente di Icardi ha parlato a 'Tiki Taka': dalla fascia di capitano sottratta al rinnovo fino all'agguato all'auto. Il dirigente dell'Inter ha replicato.

Attese quasi più del risultato della partita contro la Sampdoria, le parole di Wanda Nara a ‘Tiki Taka’ al termine della settimana più tribolata della lunga carriera interista del marito Mauro Icardi hanno permesso di scrivere un altro capitolo del rapporto tra l’argentino e il suo entourage e la società nerazzurra.

La moglie-agente di Icardi ha parlato per la prima volta della scelta della società di togliere la fascia dal braccio di Maurito, utilizzando parole di amarezza e stupore: “Ho sentito dire che gli hanno tolto un braccio, secondo me gli hanno tolto la gamba. Mauro è orgoglioso di questa maglia, a sempre fatto il massimo per onorarla. Non ha mai pensato al denaro, se non ci teneva avrebbe reagito in un’altra maniera, poi sappiamo che non era facile succedere a un capitano come Zanetti. Non ci sono state mai avvisaglie, quindi non avrei mai pensato potesse succedere una cosa così, io l’ho saputo daTwitter, eppure siamo sempre in contatto con Marotta e Ausilio”.

Altro tema caldo l’esposizione mediatica di Wanda, per molti una delle cause degli attriti tra giocatore e società. Nara contrattacca e lancia segnali di pace: “I giornali dicono così ma in questo mondo social non posso pensare questo. Nessuno del club mi ha mai detto niente, a Mauro neanche. Siamo una famiglia interista. Mauro ha fatto 120 gol con questa maglia, ha portato avanti questa squadra quando non aveva nessun obiettivo. Noi non ce ne vogliamo andare”.

L’alta tensione ha però giocato un brutto scherzo a qualche facinoroso che ha preso a sassate l’auto della donna con a bordo i figli. Il racconto della showgirl qui si fa concitato: “Venerdì mi sono svegliata come tutti i weekend per accompagnare mio figlio, erano le 8 di mattina ed è successo quello che sappiamo. Non volevamo farlo uscire, ma quando fai una denuncia succede così. Per fortuna è successo in un punto dove c’erano le telecamere. Mauro stava dormendo perché aveva allenamento nel pomeriggio, io ho chiamato una persona che lavora nell’Inter, non riuscivo a guidare, poi poco dopo mi ha chiamato Marotta e abbiamo sistemato tutto. Sono stati molto carini”.

Poi si parla di futuro e qui fioccano le sorprese, attraverso l’intervento in diretta dell’ad nerazzurro Beppe Marotta: “Quando si gestisce un’azienda, e io sono l’ad, ci sono dei principi che devono essere salvaguardati. Questa decisione l’abbiamo presa convocandolo con Spalletti negli spogliatoi e spiegandogliela personalmente, quindi chiedo a Wanda di accettarla. Con lei ci rivedremo anche prestissimo se vuole. Già un mese fa avevo preso l’impegno di presentare una proposta contrattuale, e lo faremo, ma con tutto il rispetto per lei, il nostro interlocutore è Mauro”.

Sul rinnovo, però, l’ultima parola è di Wanda: “Oggi siamo andati allo stadio perché non abbiamo mai avuto dubbio nell’esserci, come moglie del capitano ci sono sempre. Anche come mamma… Il mio unico dubbio era la piccola Francesca con la varicella ma Mauro mi ha convinto, anche perché c’era pure suo papà dall’Argentina. Il rinnovo? Vorremmo ma non dipende solamente da noi. Lui ha lasciato parte del suo futuro da una parte in alcune situazioni. E il fatto che abbia combattuto in un’Inter difficile dovrebbe essere valorizzato”.

 

SPORTAL.IT | 18-02-2019 00:55

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...