Virgilio Sport

WTA 250 Birmingham, è grande Italia: Cocciaretto elimina Ostapenko, Bronzetti in rimonta su Frech

Esordi convincenti per le due azzurre in tabellone sull'erba di Birmingham: Cocciaretto elimina la numero 1 del seeding, la lettone Ostapenko, Bronzetti vince in rimonta su Frech.

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

C’è sempre tanta Italia, anche sull’erba: dopo l’exploit degli uomini con la finale raggiunta da Berrettini a Stoccarda (e Musetti s’era fermato in semifinale), adesso tocca alle donne raccogliere il testimone e cominciare col piede giusto la stagione sulla superficie più “sacra” del tennis mondiale. Con Elisabetta Cocciaretto e Lucia Bronzetti che hanno subito messo le cose in chiaro: sull’erba inglese di Birmingham, le due tenniste azzurre hanno cominciato col piede giusto il primo torneo di avvicinamento a Wimbledon, mandando segnali di tutto rispetto a se stesse, ma anche e soprattutto alla concorrenza.

Cocciaretto c’ha preso gusto: terza top 20 battuta in un mese

Prendete Cocciaretto: la numero 44 della classifica WTA al debutto ha liquidato nientemeno che Jelena Ostapenko, numero 1 del seeding del torneo britannico, con un doppio 6-3 che ha lasciato spazio a ben poche recriminazioni. Una vittoria convincente per la 23enne marchigiana, che sull’erba aveva disputato sin qui appena 6 match in carriera (tre vittorie e altrettante sconfitte) ma che ha approcciato decisamente come meglio non avrebbe potuto alla prima gara stagionale sulla superficie, peraltro smentendo tutte le nefaste previsioni di coloro che ritenevano l’incrocio con Ostapenko ai limiti del proibitivo.

Peraltro quella ottenuta contro la lettone è la quarta vittoria assoluta di Elisabetta contro una top 20 mondiale su 11 partite disputate: gli exploit contro Haddad Maia e Samsonova al Roland Garros evidentemente non erano affatto campati per aria, ma piuttosto forieri di qualcosa di grosso che bolliva in pentola.

Sempre in controllo, grazie anche alla pioggia…

Eli ha saputo dominare il match soprattutto dal punto di vista psicologico, senza mai dare l’opportunità alla rivale di entrare davvero in partita. Il parziale di 9 punti a 2 col quale l’azzurra ha cominciato il match è piuttosto eloquente: approccio feroce per la marchigiana e break alla prima opportunità, col rischio concreto di scappare sul 3-0 con doppio break.

Ostapenko però, superata la fase acuta di difficoltà, riemerge e subito si rimette in pari. Elisabetta rischia due volte al servizio (regala tre doppi falli nel set), ma proprio un paio di doppi falli della rivale nel settimo gioco consentono all’azzurra di scappare nuovamente avanti e di portarsi sul 5-3 prima di strappare di nuovo il servizio alla rivale, decisamente apparsa confusionaria e fuori dal match tra errori gratuiti e sbavature disseminate ovunque.

Nel secondo parziale ci si mette di mezzo anche la pioggia, che costringe le due tenniste a rientrare negli spogliatoi sul punteggio di 4-2 per Cocciaretto, brava a sfruttare la prima flessione della lettone nel sesto gioco del set. Quando la pioggia cessa e le due tornano in campo, la marchigiana rischia grosso regalando due palle per il contro break, che pure riesce a disinnescare con grande capacità di forza e volontà. Arrivano così le prime tre palle match sul servizio di Ostapenko, che pure trova il modo per replicare e allungare almeno il match al nono game, dove prima l’italiana spreca una palla match, poi annulla la palla del 5-4 alla rivale e infine, con un ace, trova il modo per chiudere i conti e avanzare al secondo turno.

Bronzetti, rimonta che vale: Frech battuta al terzo

Lucia Bronzetti ha dovuto faticare un po’ più del previsto per avere la meglio sulla polacca Magdalena Frech, che nel ranking la precede di una decina di posizioni oltre la 50, ma che dopo aver vinto agevolmente il primo set per 6-2 è andata progressivamente uscendo dalla partita. Quella di Lucia è invece cominciata nel secondo set, soprattutto nel quarto gioco, quando ai vantaggi s’è presa il primo break di giornata per poi confermarlo nei restanti game (e dopo aver sprecato un set point sul servizio della polacca).

Nel terzo e decisivo set Bronzetti trova una mano anche dalla dea bendata: sul 3-3 e col punteggio di 0-30 la pioggia obbliga le due tenniste a fermarsi, e una volta che il match riprende ecco che arrivano due palle break da annullare, con l’azzurra che in qualche modo riesce nell’intento. Frech perde un po’ i riferimenti e si butta via nell’ottavo gioco, quando sbaglia tanto (pure al servizio) e finisce per farsi punire una volta di più dalla concretezza della riminese. Che rischia poi di vanificare tutto nel decimo gioco, quando si ritrova sotto 0-40, trovando però la forza per ribaltare tutto e conquistare il match dopo oltre due ore e mezza di gioco. E così l’erba di Birmingham si colora subito d’azzurro.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...