Virgilio Sport

Zazzaroni bacchetta Marotta, sul web è il putiferio

Il direttore del Corriere dello Sport risponde alla richiesta di aiuti da parte dell'ad dell'Inter per sostenere il calcio in crisi per il Covid.

14-11-2020 10:19

Ivan Zazzaroni non condivide le preoccupazioni di Giuseppe Marotta. Attraverso un lungo e articolato editoriale, il direttore del Corriere dello Sport prende le distanze dal recente appello-allarme dell’amministratore delegato dell’Inter. Il calcio italiano non può piangere miseria e invocare aiuti di stato se non si dà una regolata contenendo costi e sprechi: questa, in sintesi, l’opinione del giornalista.

L’allarme di Marotta

Ma cosa aveva chiesto Marotta? Una tassazione di favore per i club calcistici, visto il drammatico calo nel fatturato dovuto all’emergenza Covid. “Siamo uno dei maggiori contribuenti, paghiamo circa 1-1,2 miliardi di gettito fiscale contributivo, ma viene poco evidenziato. Quello che vorremmo è  avere almeno un differimento della tassazione, vogliamo essere considerati come uno dei maggiori contribuenti come in realtà siamo. Dobbiamo essere più considerati dal Governo semplicemente per permetterci di respirare”.

L’editoriale di Zazzaroni

Per il direttore del Corriere dello Sport le pur valide considerazioni di Marotta “non bastano a giustificare l’aiutone da parte di un esecutivo che non sa come dar da mangiare e lavoro a chi l’ha perso o lo sta perdendo a causa del virus”. Il calcio deve riformarsi dall’interno: “Tocca perciò a calciatori, allenatori e dirigenti rinunciare a qualcosa oggi – in proporzione alle proprie entrate – per ritrovarsi in campo anche domani”. Quindi l’affondo: “È vietato piangere continuamente miseria (dopo – che so – avere appena garantito un triennale da 42 milioni lordi a Sanchez, una seconda scelta)”.

Zazzaroni-Marotta, le reazioni dei tifosi

Il web si divide in sostenitori di Zazzaroni e di Marotta e non sempre i tifosi dell’Inter sposano le tesi del proprio ad. Massimo scrive: “Vabbè… Ci sono altre priorità in Italia prima di pensare a come pagare lo stipendio di Marotta“. Lella è indignata: “Marotta che batte cassa. Con che faccia. Dopo che si sono comprati pure Gesù“. Enrico suggerisce: “Facile risolvere il problema! Abbassate gli stipendi faraonici che date a queste persone… per 2 calci che danno a un pallone”. Mentre Gianni sta col dirigente: “Però tasse e contributi versati dai club sui maxi stipendi dei calciatori allo stato fanno comodo e ne trae linfa pure tutto lo sport italiano”. 

 

Zazzaroni bacchetta Marotta, sul web è il putiferio Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...