Virgilio Sport

Alberto Tomba, la Bomba che ha rivoluzionato lo sci: le Olimpiadi, il gossip e l'addio a Martina Colombari

Il campione olimpico, a 25 anni dall'addio alle piste, si racconta in un'intervista che tocca ogni aspetto di quell'epoca: dallo sci ai Giochi al gossip

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

In 25 anni si cambia, ci si modifica, si può addirittura diventa un altro. Chissà se da domani, quando sarà cifra tonda, Alberto Tomba muterà al cambiare del tempo, salutando quel ritiro malinconico, ma non certo triste o struggente, dalle piste da sci.

Per noi è stato il campione, il bolognese cittadino padrone delle nevi e delle discese, le Olimpiadi invernali, il gossip che per la prima volta si avvicina e si mescola allo sci. Certo, Tomba poi è stato attore, imprenditore, molto altro. Ma il campione supera i limiti e lo spazio.

Il fascino eterno e scanzonato di Alberto Tomba

In un’intervista racconto al Corriere della Sera, Tomba ha ripercorso quella parentesi magica per sé e l’Italia di allora che si fermò per lui, per godersi il suo oro a Calgary, interrompendo anche la ritualità di Sanremo.

Il suo fascino, oltre allo sci ha caratterizzato quell’epoca: “Si può spiegare così: estroverso, bolognese, con la faccia diversa dai montanari che hanno le piste sotto casa. E poi: amore e odio, due opposti che hanno segnato la mia carriera”, racconta Tomba al Corriere della Sera.

Fonte: ANSA

Alberto Tomba tedoforo

Tomba la Bomba

Una bomba sulle piste, un soprannome che gli è rimasto cucito addosso come pochi in precedenza:

“Mi chiamò così Patrick Lang, figlio dell’inventore della Coppa del Mondo. Magari a suo tempo poteva starci, oggi con le bombe vere che riempiono le cronache di guerra è meglio lasciar perdere. Peraltro c’è sempre il resto del campionario di soprannomi: Albertone, Albert-One, la Albertite“.

Come lui forse un altro grande protagonista degli sport invernali è stato e rimane Bode Miller, popolare come Tomba in uno sport che con difficoltà ha fatto breccia nel cuore del pubblico. Come mai?

“Perché eravamo diversi. Bode più di me: lo vedevi in giro a ballare e a bere birra. Del resto uno che ha attaccato la medaglia d’oro allo sciacquone del gabinetto è come minimo originale”.

I flirt celebri e gli amori

Poi le storie, l’amore, le fidanzate e il gossip che entra di prepotenza nel mondo dello sci: “Essere un sex symbol aiuta, ma poi devi anche essere vincente”, dice il campione. “Il successo è legato all’immagine da «macho italiano”.

“Si avvicinavano prima di tutto perché ero famoso: non è facile tenere i conti… Comunque, altri tempi, ma il corteggiamento era più bello una volta. Con Martina Colombari non abbiamo litigato… Eravamo entrambi giovani: è stata una storia ed è finita. Succede”. Qual è l’ultima volta che s’è innamorato? “Dopo i 50 è dura: parliamo di anni fa”.

Fonte:

Martina Colombari con Enzo Mirigliani e Fabrizio Frizzi

La famiglia Tomba: i genitori e il legame con Alessia

Proprio per il suo essere un personaggio pubblico ha sempre ricevuto delle critiche per il legame molto stretto con la famiglia: “È ovvio che sia così e comunque non è troppo. Già a 15 anni ero in giro per il mondo, lei era in pensiero: la chiamavo dalle cabine telefoniche o dalle stanze d’albergo. E quando partivo mi dava la pasta, l’olio, il parmigiano: ci teneva, invece mio padre era burbero e “selvaggio””. Il famoso bacio a sua sorella, dopo l’ultima vittoria a Crans Montana: tanti rimasero colpiti dall’intensità di quel gesto e dal legame con la più piccola.

“Ad Alessia ero molto legato. Oggi che ha un figlio ci vediamo un po’ di meno, ma faccio lo zio e rispolvero i bei ricordi”.

Alberto Tomba con la sorella Alessia a Crans Montana Fonte: ANSA

Alberto Tomba con la sorella

I campioni di oggi, le ragazze dell’Italsci

Sullo sci di oggi, Tomba è lusinghiero ma non regala complimenti: “Marco Odermatt è una belva: mi ricorda Hermann Maier. È il nuovo Terminator: sciata elegante, aggressiva. Uno svizzero così mancava dai tempi di Zurbriggen”.

Sul fronte italiano dobbiamo concentrarci sulle ragazze che stanno continuando a dare soddisfazioni immense: Bassino, Brignone, Curtoni, Goggia, in ordine alfabetico. “Dico brave a tutte: le voglio vedere fino ai Giochi 2026. Ciascuna ha caratteristiche diverse dalle altre”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...