Virgilio Sport

Audio Var Juve-Bologna pubblicato: Rocchi scagiona Di Bello dopo le polemiche

Nessuna sospensione per Di Bello e le parole della sala Var sull'episodio incriminato. Ma Juve-Bologna è destinata a non finire.

01-09-2023 14:07

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Gianluca Rocchi aveva promesso la diffusione dell’audio del Var in seguito alle polemiche di Juventus-Bologna. In quell’occasione i felsinei avevano protestato parecchio per la mancata concessione di un calcio di rigore a seguito del contatto tra Iling Junior e Ndoye. Di Bello aveva deciso di sorvolare e si era parlato di una possibile sospensione per il fischietto pugliese: ipotesi, però, respinta dal numero uno degli arbitri. Ma andiamo a vedere nel dettaglio la conferenza del designatore che ha toccato temi decisamente importanti.

Rigore non chiaro, il Var ha deciso di non intervenire

Partiamo però dal principio e da quell’audio del Var tanto invocato nel passato ed oggi finalmente disponibile a grande richiesta. Gianluca Rocchi lo aveva promesso ed ha accontentato tutti rendendolo di dominio pubblico. Nel contenuto delle immagini si percepisce la presa di coscienza da parte degli addetti al monitor che tuttavia decidono di soprassedere non ritenendo il contatto un chiaro ed evidente errore da parte del direttore di gara. Insomma, lo hanno considerato un episodio discrezionale e come tale hanno preferito non intervenire. Nulla, invece, per quanto riguarda i due rigori reclamati nel corso della stessa partita dai bianconeri e non ritenuti tali né dal Var che da Di Bello.

Iling-Junior non va in cerca di Ndoye nell’interpretazione del Var

Ma quale sarebbe l’elemento di discrezionalità all’interno di un’azione di gioco ritenuta chiara da molti addetti ai lavori o ex arbitri oggi opinionisti televisivi? Secondo quanto trapela dall’audio della sala Var Iling-Junior non avrebbe fatto alcun movimento col corpo per andare a colpire l’attaccante del Bologna. Per questo motivo, trattandosi semplicemente di un contrasto, i collaboratori di Di Bello hanno preferito passare oltre. Tanto che alla fine si sente in maniera esplicita: “Check concluso, puoi andare avanti”.

Per Di Bello nessuna sospensione

Nel corso della conferenza, poi, Gianluca Rocchi ha fatto chiarezza sulla possibile sospensione di Marco Di Bello precisando che non ci sarà: “Non sospendo Di Bello perché gli arbitri li sospendo per motivi disciplinari. Farà uno o due turni fuori e poi il percorso che deve fare. Non è vero che penalizziamo l’arbitro quando va al Var. È il contrario. Lo penalizziamo se commette un errore, ma se va al Var e sistema una cosa che non si poteva vedere noi lo premiamo, non lo penalizziamo“. Insomma la strada scelta dal designatore sembra quella della comprensione. Magari a Bologna su questo saranno un po’ meno concordi.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Genoa - Udinese

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...