Virgilio Sport

Basket, Preolimpico, l'Italia di Pozzecco va in trasferta: si giocherà in Spagna, Lettonia, Grecia e Porto Rico

Scelte le sedi che ospiteranno i gironi del preolimpico 2024: si giocherà a Valencia, Riga, Atene e San Juan. Lunedì il sorteggio dei gironi, per l'Italia del Poz percorso arduo.

22-11-2023 16:38

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

La strada che porta a Parigi inevitabilmente passerà per qualche altra capitale europea. Dove l’Italia dovrà fare scalo prima di sperare di atterrare in Francia, dove a fine luglio la nazionale di Gianmarco Pozzecco proverà a migliorare il piazzamento tra le prime 8 ottenuto da quella allenata da Meo Sacchetti durante i giochi olimpici di Tokyo 2020. Una prospettiva tutt’altro che semplice, anche se c’è un precedente benaugurante che in qualche modo potrebbe mostrare a Melli e compagni quello che andrà fatto per staccare il pass per Parigi.

Torneo olimpico: le 8 squadre già qualificate

Lunedì prossimo è in programma il sorteggio dei 4 gironi da 6 squadre ciascuno dai quali usciranno le ultime 4 nazionali qualificate per le olimpiadi. Delle 12 che andranno a comporre il torneo a cinque cerchi, infatti, 8 hanno già staccato il pass: oltre alla Francia padrona di casa ci sono Australia, Giappone, Sudan del Sud e Canada come migliori classificate di ogni singolo continente, e poi Stati Uniti, Serbia e Germania, che hanno ottenuto la qualificazione attraverso il piazzamento fatto registrare nell’ultimo mondiale.

Sin qui è stato seguito un criterio geografico, ma ora non sarà più necessario: va a Parigi chi riesce a vincere il girone, indipendentemente dalla sua composizione. Anche se un piccolo vantaggio lo avranno le nazionali che potranno giocare il torneo a casa propria, sebbene nelle ultime due edizioni del preolimpico questa formula s’è rivelata spesso e volentieri inefficace per garantirsi l’immunità dall’eliminazione.

Basti pensare al caso dell’Italia nel 2016, battuta a Torino nella gara decisiva dalla Croazia, oppure alla Serbia nel 2021, sconfitta a Belgrado proprio dagli Azzurri di Meo Sacchetti. Che per non “rischiare nulla” andranno a giocare il preolimpico all’estero anche stavolta, sperando di ripetere l’exploit di due anni e mezzo fa nei Balcani.

Le sedi dei tornei preolimpici: tre sono europee

Anche se manca ancora l’annuncio ufficiale, è praticamente certo che le sedi individuate per ospitare i quattro gironi saranno Valencia (Spagna), Riga (Lettonia), Atene (Grecia) e San Juan (Porto Rico). Lunedì prossimo, in occasione del sorteggio, arriverà conferma di quanto alcuni media vanno dicendo ormai da qualche settimana, e ognuna delle nazionali coinvolti sarà già assegnata al girone che si disputerà in patria.

Un vantaggio non da poco per la Spagna di Sergio Scariolo, grande delusa nell’ultimo mondiale ma pronta a riprendersi in fretta la scena. Ma anche la Grecia, che dovrebbe disporre di Giannis Antetokounmpo (assente per infortunio al mondiale), vuol mettere le mani avanti ed evitare un’altra esclusione eccellente dal torneo olimpico.

Occasione d’oro per la Lettonia di Luca Banchi, grande rivelazione dell’ultima competizione iridata, che potrà far leva sul calore del pubblico amico, mentre potrebbe presentarsi più aperta la lotta nel girone programmato a Porto Rico, con la formazione locale che non gode di grandi favori del pronostico, sebbene è probabile che possa presentarsi con qualche “rinforzo” dal mondo americano.

Le 24 qualificate al preolimpico: occhio alla Slovenia di Doncic

I tornei preolimpici si disputeranno dal 2 al 7 luglio 2024. La formula prevede per ogni girone due raggruppamenti da tre squadre ciascuno, dove le prime due si qualificano per le semifinali e poi la finale. Oltre a Italia, Spagna, Grecia, Lettonia e Porto Rico, fanno parte del gruppo delle 24 squadre iscritte anche Angola, Bahamas, Bahrain, Brasile, Costa d’Avorio, Camerun, Croazia, Repubblica Dominicana, Egitto, Finlandia, Georgia, Libano, Lituania, Messico, Montenegro, Nuova Zelanda, Filippine, Slovenia e Polonia.

Sulla carta, oltre alle tre europee che avranno il vantaggio di poter sfruttare il fattore casalingo, da tenere d’occhio ci sono Lituania, Dominicana e Slovenia (specie se dovesse esserci Doncic). L’Italia peraltro rischia di finire in un girone di ferro: nel ranking FIBA è scivolata in 13esima posizione (pesano i ko. nelle gare per i piazzamenti al mondiale contro Lettonia e Slovenia), e dunque sicuramente si ritroverà a dover superare una tra Spagna, Lituania, Slovenia o Lettonia che sono in prima fascia e che non potranno finire nello stesso girone. Impresa ardua, ma non impossibile, come il precedente di Belgrado 2021 può testimoniare.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...