Virgilio Sport

Champions League, il montepremi supera i 2 miliardi: ecco la divisione

Il montepremi della Champions League 2023/24 stabilito dalla UEFA ammonta a 2,022 miliardi di euro, cifra che verrà suddivisa tra i 32 club secondo quattro criteri

Pubblicato:

Matteo Morace

Matteo Morace

Live Sport Specialist

La multimedialità quale approccio personale e professionale. Ama raccontare lo sport focalizzando ogni attenzione sul tempo reale: la verità della dirette non sono opinioni ma fatti

Con l’inizio della Champions League, la UEFA ha svelato l’ammontare dei premi della competizione europea più prestigiosa, che sono pari a 2,022 miliardi di euro. Questo ricco bottino è destinato ai 32 club che vi partecipano e sarà suddiviso secondo quattro criteri.

I quattro criteri per la suddivisione

I 2,022 miliardi di euro stanziati dalla UEFA come premi per la Champions League 2023-2024 verranno così sezionati:

  • 25% per le quote di partenza (500,5 milioni)
  • 30% per le prestazioni in campo (600,6 milioni)
  • 30% per il coefficiente di rendimento decennale (600,6 milioni)
  • 15% per il market pool (300,3 milioni)

Quota di partenza

I 500,5 milioni della quota di partecipazione vengono divisi in maniera uguale tra i 32 club, il che significa che ogni società riceverà 15,64 milioni di euro (14,8 milioni in un acconto e i restanti in un saldo da 840 mila euro), base a cui verranno poi sommati tutti gli altri premi.

Quota prestazioni in campo

Questo criterio mette insieme sia i risultati dei gironi, che quelli della fase a eliminazione diretta. Per quanto riguarda la fase a gruppi ogni vittoria porta nelle casse dei club 2,8 milioni di euro, mentre il pareggio vale 930 mila euro (ovvero un terzo del valore della vittoria, con i restanti 930 mila che al termine della fase a gironi verranno ripartiti proporzionalmente tra tutti i club in base al numero di vittorie ottenute).

Per quanto riguarda la fase a eliminazione diretta le cifre stabilite sono:

  • Accesso agli ottavi di finale: 9,6 milioni di euro
  • Accesso ai quarti di finale: 10,6 milioni di euro
  • Accesso alle semifinali: 12,5 milioni di euro
  • Accesso alla finale: 15,5 milioni di euro
  • Vittoria della finale: 4,5 milioni di euro

Quota coefficiente di rendimento decennale

Le 32 partecipanti alla Champions League a inizio stagione vengono classificate secondo un coefficiente basato sulla prestazioni degli ultimi dieci anni, a cui viene aggiunto un bonus per la conquista di Champions League/Coppa dei Campioni, Europa League/Coppa Uefa e Coppa delle Coppe. A ogni posizione corrisponde una quota pari a 1,137 milioni di euro, con la squadra meglio classificata in base al ranking che otterrà trentadue di quote, per un totale di 36,38 milioni.

Quota derivante dal market pool

I 300,3 milioni di euro del market pool sono sono invece ripartiti in maniera proporzionale in base base al valore del mercato derivante dai diritti televisivi. La prima metà di questo premio deriva dal posizionamento del club nel rispettivo campionato della stagione precedente e varia in base al numero di team per federazione:

  • 100% del premio a una squadra in caso sia l’unica della federazione
  • 55% alla prima classificata e 45% alla seconda nel caso siano due
  • 45% alla prima classificata, 35% alla seconda e 20% alla terza nel caso siano tre
  • 40% alla prima classificata, 30% alla seconda, 20% alla terza e 10% alla quarta nel caso siano quattro

La parte restante verrà invece calcolata in base al numero di match disputati in questa edizione della Champions League.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...