,,
Virgilio Sport SPORT

Gascoigne: dal calcio all'alcool, rinascita all'Isola dei Famosi

La vita spericolata e piena di eccessi dell'ex campione della Nazionale inglese e della Lazio

Dalla Lazio all’Isola dei Famosi. In mezzo tante scelte scellerate, una simpatia innata, un atteggiamento guascone se ce n’è uno e tanti errori, soprattutto con l’alcool. Quando si parla di Paul Gascoigne è difficile scindere il calciatore dall’uomo. Il primo è stato geniale, quasi poco British per il suo modo di intendere il gioco, con fantasia, irriverenza e sdrammatizzazione. Il secondo invece è stato, ed è tutt’ora, un autolesionista, uno che non riesce a non farsi del male. Un vero e proprio talento gettato nell’alcool.

Talento made in England

Paul John Gascoigne per tutti “Gazza” è nato a Gateshead, vicino Newcastle il 27 maggio 1967. Forte, fortissimo è stato una colonna del calcio inglese degli anni 80/90. Prima con la maglia del Newcastle, poi con quella del Tottenham.

Idolo Lazio poi il crack

Poi nel ‘92 la grande avventura in Italia, nella grande Lazio che Cragnotti cominciò a costruire proprio negli anni ’90. Gascoigne, ancora 25enne, non senza difficoltà ma sempre con il suo modo di fare stravagante fece fatica ad entrare nei meccanismi del calcio italiano ma conquistò subito i tifosi della Lazio specie con un gol nel derby, quello del pari a pochi minuti dalla fine e lacrime di emozione. Tuttavia la sua avventura italiana nella Lazio fu contraddistinta da troppi alti e bassi e infine da un infortunio serio, nell’aprile ’94 quando si scontra in allenamento con un giovanissimo Alessandro Nesta. Le sue urla di dolore riecheggiano ancora adesso a Formello. Salta praticamente due stagioni, il suo rientro coincide con il suo addio all’Italia. Quarantasette presenze e sei gol in tre anni, il misero bottino di Gazza.

Le lacrime a Italia ’90, la Scozia e il ritiro

Non solo stravaganze, ma anche tanta sensibilità forse alla base della sua fragilità psicologica. Celebri le lacrime di Gazza dopo la semifinale dei Mondiali di Italia ’90 persa dalla sua Inghilterra contro la Germania. Scena che Paul dovette rivivere qualche anno dopo, nel ’96, agli Europei di casa, con ancora l’Inghilterra eliminata dalla Germania ai rigori.

Chiusa l’avventura in Italia, con la Lazio, Gaza va in Scozia, ai Glasgow Rangers dove torna grande vincendo diversi titoli. Poi il ritorno in Premier: Middlesbrough, Everton e Burnley. Sul finire di carriera segue la scia del calcio extraeuropeo: dapprima la seconda serie cinese con il Gansa Tianmu e poi in Nordamerica con il Boston United. Si ritira nel 2004.

Le stravaganze in campo…

Ci vorrebbe un intero sito per descriverle tutte. In Scozia una volta vide l’arbitro che aveva perso il cartellino, lo raccolse, si avvicino e lo mostrò al direttore di gara come se lo stesse ammonendo. Peccato che l’arbitro non gradì il gesto e lo ammonì a sua volta, stavolta per davvero.
Della sua avventura laziale Zoff raccontò di quella volta che, dopo essere scappato dal ritiro per vedersi con la fidanzata, si presentò completamente nudo durante il pranzo con un geniale: “Mister, hanno detto che voleva vedermi, non ho fatto in tempo a vestirmi…”. Altro giro, altra storia, come quando, sempre nella Lazio, durante un trasferimento in bus, dopo una lunga galleria al buio, si spogliò nuovamente, facendosi trovare, all’uscita della galleria, quindi con la luce in pulmann, completamente nudo ma nella stessa posizione a leggere il giornale.
Una volta si fece applicare 45 cm di capelli finti per assomigliare al cantante dei Simply Red “invece sembro mia madre negli anni ’40”, disse lo stesso Gascoigne.

Anche un giovane Gattuso fu vittima degli scherzi di Gazza come raccontato dallo stesso Ringhio:  “Avrò sempre un grande ricordi di Paul, anche se non posso dimenticare che mi accolse facendo i propri bisogni nei miei calzini! Ma a parte questo, fu sempre gentile. Farò in modo che la gente si ricordi del suo grande cuore”.

…le disavventure fuori, l’alcool

Già da ragazzo il piccolo Gascoigne ebbe un’infanzia difficile tra mille problemi di famiglia, picchiato dal padre poi emigrato in Germania per lavoro. Gazza in età adolescenziale cominciò a frequentare li psicologi per frenare la sua rabbia, i suoi sbalzi di umore. Ma parallelamente alla passione per il calciò cominciò a coltivare quella per l’alcool che lo accompagnerà per tutta la vita. Non si contano gli episodi. Beveva prima e dopo le partite, litri e litri di bitta e superalcolici. La sua vita fu piena di eccessi, di festini, di droga.

Gascoigne era malato di sesso, picchiava sua moglie Sheryl, e quando lei iniziò a mostrare in pubblico i lividi, per poi denunciarlo nella sua autobiografia, Gazza non ebbe niente di meglio da dirle che se non le stava bene poteva cambiarsi il cognome. Ma non sarà la prima e l’ultima accusa di violenza sessuale. Mentre viaggiava in treno insieme ai propri nipoti, l’ex calciatore avrebbe baciato a forza una donna particolarmente corpulenta, rimediando una denuncia per violenza. Al giudice, però, ha spiegato di averlo fatto solo per restituire autostima alla signora.

Viene più volte internato in diverse cliniche e centri per la disintossicazione, non solo alcool però, anche dal consumo di Red Bull: raccontò di riuscirne a bere anche più di 60 al giorno. Aveva anche delle allucinazioni dovute all’alcol, in seguito alle quali un medico ha dichiarato che l’alcol ha creato una situazione patologica, non escludendo una crisi epatica in atto.

Cosa ha fatto Gascoigne dopo il calcio giocato?

Ha provato la carriera di allenatore ma senza fortuna. Prima con l’Algarve United, in Portogallo, poi in Patria con i Kettering Town (Conference North) ma in entrambe le occasioni l’esperienza si concluse in pochi giorni, la seconda in particolare proprio a causa dei suoi problemi con l’alcool.
In pochi sanno che Gazza ha provato anche la strada della musica. Già quando era in attività incise un singolo, Fog On the Tyne (Revisited), con i Lindisfarne, che ebbe un discreto successo ma fu stroncata dagli addetti ai lavori. Ci riprovò con Jersey Boys, ma fu un flop.

Il ricordo della Lazio, quella sera all’Olimpico

Quando è lucido, quelle poche volte, lo si vede ospite di qualche trasmissione sportiva in tv, come opinionista. Toccante l’omaggio ricevuto dai tifosi della Lazio in un Lazio-Tottenham di Europa League di qualche anno fa quando Lotito lo portò sotto la curva nord e lui visibilmente emozionato salutò i tifosi biancocelesti.

Anche un cuore grande però Gazza. Sul proprio profilo ufficiale su Twitter e si è fatto portavoce della famiglia di una bambina malata a cui qualche giorno fa hanno rubato un macchinario che gli permette di comunicare con i propri genitori.

Fine di un incubo, forse…

In una intervista di qualche tempo fa al Mirror, Gazza ha detto di essere uscito, forse finalmente, dall’inferno dell’alcool. ‘Gazza’, passati i 50 anni, vive a Bournemouth, e ha spiegato di aver risolto i suoi problemi in maniera piuttosto drastica: un’operazione chirurgica, costosa e delicata, che però lo ha aiutato ad evitare gli eccessi di un tempo. «Mi sono sottoposto ad un intervento in Australia quasi due anni fa: mi hanno cucito, all’interno dello stomaco, dei pellet che creano un dolore fortissimo se bevo troppo. Posso bere una birra o un bicchiere di vino, ma se esagero, o se prendo superalcolici o droghe, nel mio organismo viene scatenato un dolore lancinante. Ho speso circa 20mila sterline (quasi 24mila euro, ndr), ma ne è valsa la pena».

Gascoigne all’Isola dei Famosi

Nel 2021 Mediaset lo sceglie per partecipare al reality adventure, L’Isola dei Famosi condotto da Ilary Blasi. Gazza anche in questa occasione non è venuto meno al suo essere sempre guascone, durante le riprese e durante la diretta. Per lui anche un infortunio al braccio causato da un movimento maldestro durante l’ultima prova ricompensa che ne ha messa a rischio il proseguimento dell’esperienza sull’isola ma dopo qualche giorno in ospedale e una fasciatura gazza da vero leone inglese ha ripreso il suo posto tra i naufreghi.

SPORTEVAI | 09-04-2021 11:15

Gascoigne: dal calcio all'alcool, rinascita all'Isola dei Famosi Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...