Virgilio Sport

Chi è Cristiana Girelli: il gol all'Argentina ai Mondiali femminili con l'Italia nel mito di Del Piero

Conosciamo meglio l'attaccante plurititolata della Juventus e della Nazionale Femminile di calcio, Cristiana Girelli: il calcio giocato, i gol e le vittorie ma anche i suoi successi fuori dal campo, quella volta a Sanremo con Amadeus

Ultimo aggiornamento 24-07-2023 10:52

Oltre 220 gol in carriera, una grande personalità sempre al servizio della squadra e un nome che si è imposto a livello nazionale e internazionale aiutando il calcio femminile tanto da rappresentarlo sul palco del Festival di Sanremo.

Cristiana Girelli è qualcosa di più di una semplice giocatrice, cuore pulsante della Juventus e della Nazionale Italiana. Lo dimostra il suo impegno nel sociale e il suo essere testimonial di molte campagne pubblicitarie. Insomma il prototipo della calciatrice moderna.

Mondiali, Italia-Argentina: il suo gol

Ha sbloccato il risultato, dopo due gol annullati nel primo tempo a Caruso e Giacinti, quando era ormai agli sgoccioli. Cristiana Girelli è così: riesce a mutare l’andamento di una partita così, per convinzione e determinazione.

“Ho sempre creduto negli ultimi minuti. Un minuto può essere un’infinità di tempo, se credi che in quel minuto le cose possano cambiare” , la sua filosofia di calcio e di gioco.

Contro l’Argentina, esordio ai Mondiali australiani delle Azzurre di Milena Bertolini, ci mette la firma e chiude in bellezza 90′ quasi stregati, tanto è assurdo il risultato.

Chi è Cristiana Girelli: la voglia di misurarsi con i maschietti

Cristiana Girelli è nata a Gavardo (BS), il 23 aprile 1990. Come molte sue colleghe si appassiona al calcio ma gioca da bambina nelle squadre locali insieme ai maschietti. In particolare con il Rigamonti Nuvolera – squadra di cui il papà farmacista era presidente. Qui viene notata dal Verona, una delle squadre di riferimento a livello nazionale nel calcio femminile negli anni 2000.

Pare che una volta informata di questo interesse l’allora 14enne Girelli abbia esclamato: “Io a giocare con le femmine non ci vengo”. Una frase che esprimeva la voglia di misurarsi con i coetanei maschietti. Solo che poi la Girelli si convince ed il sogno comincia…anzi continua.

Fonte: Getty Images

Girelli: i successi con Verona, Brescia e Juventus

L’arrivo nel 2005 nel Verona è l’inizio della consacrazione per Cristiana Girelli che Siamo, e fino il 2013 Cristiana sarà protagonista, giocando 148 gare (67 gol) in Serie A e 11 (sei le marcature) a livello europeo. Da Verona a Brescia, altra grande squadra a livello femminile, Girelli mette a segno 99 reti in 120 gare di Serie A, 11 in 37 partite di Women’s Champions League.

A Verona ha conquistato quattro Scudetti, tre Coppe Italia e altrettante Supercoppe Italiane, a Brescia due Scudetti, due Coppe Italia e quattro Supercoppe. Poi lo sliding doors della sua carriera. Nel 2017/18 il suo Brescia perde ai calci di rigore lo spareggio scudetto con la Juve, in estate cede il titolo sportivo al Milan e la Girelli si ricongiunge con le vecchie compagne Martina Rosucci, Sara Gama, Barbara Bonansea e Valentina Cernoia, approdando alla Juve dove ricomincia a vincere, tutto: scudetti, coppe Italia e Supercoppe oltre alla vetrina della Champions femminile

Girelli: le caratteristiche tecniche e la Nazionale

Attaccante dall’eccezionale senso del gol, elemento “totale”, capace di fare letteralmente muovere il gioco di una squadra. Può giocare in tutte le zone del reparto offensivo, da punta centrale ma anche da attaccante laterale dotata di un grande senso di inserimento e soprattutto di grande tecnica.

Come la sua compagna Barbara Bonansea, in Nazionale dopo la trafila delle giovanili ha segnato un gol pesante nel 3-0 al Portogallo che a Firenze nel 2019 ha sancito il pass azzurro per il Mondiali del 2019 dove le azzurre del ct Milena Bertolini hanno figurato alla stragrande arrivando fino ai quarti di finale. Per la Girelli esperienza impreziosita dalla tripletta rifilata nel 5-0 alla Giamaica.

Girelli: Del Piero l’idolo, la cucina la passione

Simbolo della Juventus Woman, Cristiana Girelli è cresciuta nel mito di Alessandro Del Piero che ha potuto poi finalmente conoscere approdando proprio in bianconero. Di lui ha detto in un’intervista:

“Da piccola andavo allo stadio e ho visto tante partite di Del Piero. Ecco perché è il mio idolo. Bastava vedere come si muoveva in campo, il suo comportamento e, ovviamente, come toccava il pallone“.

Fuori dal campo la Girelli ama cucinare, per stare attenta all’alimentazione ma anche per diletto quando è con i suoi amici tanto che alcune sue compagne di squadra la chiamano “chef”.

Cristiana Girelli sul palco del Festival di Sanremo

Nel 2021 la Girelli viene scelta da Amadeus per salire sul palco del Festival di Sanremo. Quasi timida, al momento del suo intervento in qualità di ospite della seconda serata, Cristiana ha però rappresentato con consapevolezza il calcio femminile e i valori del movimento che ha rappresentato in una fase storica così delicata.

Il giorno dopo Girelli ha affidato le proprie emozioni ad un post su Instagram: “Sarà difficile riprendermi da questa emozione. È stato davvero bello poter portare su questo palco un piccolo pezzo di me, di noi, e del nostro mondo”.

L’impegno nel sociale di Cristiana Girelli

Come volto e ambasciatrice del calcio femminile sono tante le campagne di solidarietà e sociali che Girelli ha abbracciato e abbraccia. Tra le tante Cristiana ha denunciato il grande rifiuto di cui era stata vittima Clementina, una piccola bambina di soli 8 anni, che si era vista respinta da una squadra di calcio del suo paese perché femmina.

La Girelli ha così voluto incontrare la piccola Clementina, le ha regalato la sua maglia della Juve, pubblicando foto e video sui social. La notizia ha avuto così risalto che da una parte la società in questione ha posto le sue scuse alla bambina e alla famiglia mentre il Brescia Calcio Femminile ha chiamato la ragazzina a giocare nella sua squadra.

Vita privata

Nulla trapela, invece, sulla vita privata: Girelli è assai discreta e ha preferito sempre tenere lontano i riflettori dalla sua privacy e dalle sue relazioni, in particolare. Si sa solo che cura un grande amore, quello per la sua nipotina.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...