Virgilio Sport

Ciclismo, Tirreno-Adriatico, 1a Tappa: Ayuso beffa Ganna per un secondo, lo spagnolo ne rifila 22 a Vingegaard

Epilogo a sorpresa nella crono inaugurale della Tirreno-Adriatico: Juan Ayuso beffa Filippo Ganna per un solo secondo. Milan terzo a pari merito con Vernon

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Puntava al tris consecutivo di successi nella cronometro della Tirreno-Adriatico, ma Filippo Ganna stavolta s’è dovuto accontentare di una piazza d’onore che brucia, e pure tanto. A scalzarlo dal trono dei crono man della corsa dei due mari c’ha pensato Juan Ayuso, talentuoso ciclista spagnolo, bravo in salita e già protagonista nelle ultime due edizioni della Vuelta (terzo nel 2022, quarto dietro al trio Jumbo Visma nel 2023), che pure in pochi avrebbero potuto pronosticare davanti a Ganna in una crono come quella di Lido di Camaiore. E, invece, il corridore della UAE Team Emirates ha fatto l’impresa: appena un secondo di vantaggio, quanto basta per indossare la maglia azzurra di leader e rovinare i piani di Top Ganna.

Ayuso ha alzato l’asticella. Dietro Ganna c’è Milan

Una crono dal sapore agrodolce per il verbanese, che non aveva brillato nella corsa contro il tempo nemmeno nella Volta ao Argarve, quando finì addirittura sesto nella crono vinta da Evenepoel. Ma tre settimane fa la condizione non era ancora al top, a differenza di oggi quando l’obiettivo dichiarato del campione italiano a cronometro era quello di conquistare la maglia di leader della corsa.

Ayuso, però, è stato più bravo, seppur di un’inerzia: il margine per stare davanti se l’è garantito nella prima parte del tracciato, 5 chilometri fotocopia da ripetere in senso antiorario, dove ha accumulato due secondi di vantaggio su Ganna, che ne ha recuperato soltanto uno nella parte di ritorno. Sul podio di giornata c’è finito anche Jonathan Milan, staccato di 12 secondi dallo spagnolo, facendo registrare lo stesso tempo di Ethan Vernon.

Vingegaard limita i danni. Tiberi in gran spolvero

Tra gli uomini di classifica, il favorito numero uno per la vittoria finale s’è difeso: Jonas Vingegaard ha chiuso col nono tempo assoluto, a 22 secondi da Ayuso. Jay Hindley, capitano della Bora Hansgrohe, ha pagato 24 secondi, cedendo un po’ troppo nella parte conclusiva dopo aver fatto registrare il quinto miglior tempo all’intermedio di metà gara.

Chi ha fatto meglio di loro è stato Antonio Tiberi, compagno di squadra di Ayuso: il giovane italiano, possibile outsider nella lotta per le primissime posizioni, ha chiuso settimo con 17 secondi di ritardo, destando un’ottima impressione.

Domani frazione per i velocisti: tutti contro Merlier

Domani è prevista la prima tappa in linea di questa edizione della Tirreno-Adriatico: da Camaiore a Follonica sono 199 i chilometri complessivi di giornata, con arrivo adatto alle ruote veloci e tanti possibili protagonisti pronti a darsi battaglia, da Tim Merlier (tre tappe vinte all’UAE Tour) a Jasper Philipsen, da Mark Cavendish a Jonathan Milan, apparso già in ottima forma nella crono iniziale. E chissà se anche Ganna non vorrà tentare a giocarsi la vittoria allo sprint, come già aveva fatto in un paio di occasioni nel corso della Vuelta 2023. Un modo anche per esorcizzare la delusione per la mancata vittoria nella crono d’apertura, tappa alla quale teneva in modo particolare.

Parigi-Nizza, 2a tappa: a sorpresa vince De Kleijn della Tudor

In contemporanea con la Tirreno-Adriatico si corre anche in Francia, dove la Parigi-Nizza è a suo modo un vero e proprio antipasto delle corse estive in territorio d’Oltralpe. Dopo che la prima tappa si era risolta in una volata di gruppo, vinta dall’olandese Olav Kooij della Visma Lease a Bike, la seconda ha visto prevalere sempre in uno sprint allargato un altro olandese, Arvid De Kleijn, corridore della Tudor Pro Cycling, la squadra dove milita anche Matteo Trentin (che ha tirato per il compagno fino a un chilometro dall’arrivo). Seconda posizione per l’australiano Laurence Pithie della Groupama che è balzato in testa alla generale, con lo stesso tempo di Mads Pedersen e Olav Kooij (ma con migliori piazzamenti generali: ieri aveva chiuso terzo). Domani in programma una cronosquadre ad Auxerre di 27 chilometri.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lecce - Empoli
SERIE B:
Cremonese - Ternana
Como - Bari
Sampdoria - Sudtirol
Cittadella - Ascoli
Lecco - Reggiana
Parma - Spezia
Cosenza - Palermo

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...