Virgilio Sport

Clamoroso: a Dubai finisce l'era di Novak Djokovic

Il serbo perde nei quarti di finale dal ceco Vesely e da lunedì non sarà più il numero 1 del tennis mondiale.

24-02-2022 19:13

Quello che probabilmente nessuno si poteva immaginare è invece successo nei quarti di finale dell’ATP 500 di Dubai. Il serbo numero 1 del mondo Novak Djokovic, al suo primo torneo dopo la forzata non partecipazione agli Australian Open, è stato battuto dal 28enne ceco Jiri Vesely, ex grande promessa del tennis mondiale e numero 35 del mondo nel 2015 ma attualmente sceso al 123° posto.

Da lunedì Djokovic non sarà più numero 1 del mondo, lo spodesterà Medvedev

Ma soprattutto, Djokovic perde dopo due anni di regno ininterrotto e 361 settimane complessive in carriera il trono del tennis mondiale: lunedì prossimo verrà infatti spodestato dal russo Daniil Medvedev, che sta giocando ad Acapulco, dove ha anch’egli raggiunto i quarti di finale e stanotte, contro il giapponese Yoshihito Nishioka, numero 103, potrebbe incrementare il suo vantaggio su Djokovic, che attualmente, nel live ranking dell’ATP, è di 60 punti.

Djokovic era ininterrottamente in vetta alla classifica mondiale dal 3 febbraio 2020 e, altra curiosità, dal 2 febbraio 2004 solo lui, lo svizzero Roger Federer, lo spagnolo Rafael Nadal e lo scozzese Andy Murray, i cosiddetti Fab Four del tennis, si sono alternati al numero 1 senza nessun altro che riuscisse a scalzarli. L’ultimo a essere spodestato da questo gruppo di fuoriclasse, nel caso particolare da Federer, appunto il 2 febbraio 2004, era stato lo statunitense Andy Roddick.

La cronaca del match che segna la fine dell’era Djokovic

6-4 7-6 il punteggio in poco meno di due ore di gioco di questo storico match a favore di Vesely che dopo aver preso un break di vantaggio già in avvio di match si è fatto rimontare nel quarto game ma poi ha operato l’allungo decisivo per la conquista del primo parziale nel settimo gioco. Anche nel settimo game del secondo set Nole va sotto di un break, sul 5-4 il suo avversario serve per il match ma gli strappa il servizio e trascina il parziale al tie-break nel quale Vesely si issa sul 3-0 e alla fine riesce a portarlo a casa per 7-4.

Il ceco in semifinale affronterà il canadese Denis Shapovalov, che ha battuto col punteggio di 7-6 6-3 il lituano Ricardas Berankis, mentre il polacco Hubert Hurkacz, il giustiziere di Jannik Sinner, se la vedrà col russo Andrey Rublev, che ha avuto la meglio in rimonta per 2-6 6-3 6-1 sullo statunitense Mackenzie McDonald.

Al termine del match Djokovic ha parlato nella consueta conferenza stampa. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni, rilasciate dopo aver fatto freddamente le congratulazioni a Medvedev:

“Il mio obiettivo è continuare a giocare a tennis. Finché me la sento, finché il mio corpo e le circostanze della vita me lo consentono, finché le persone intorno a me continuano a supportarmi. Chiaramente sono sempre molto infastidito quando perdo un match, come chiunque sul circuito, a prescindere dall’età. Sono contento di provare ancora tutte queste emozioni ogni giorno perché significa che voglio davvero far parte del tour e di questo sport. Spero di tornare presto in campo. Se ne avrò la possibilità, proverò a sfruttarla al meglio”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Udinese - Salernitana
Monza - Roma
Torino - Fiorentina
SERIE B:
Brescia - Palermo
Sudtirol - Lecco
Ternana - Parma

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...