Virgilio Sport

Coppa d’Africa: tre morti per festa Guinea, Hakimi non basta al Marocco, col Congo risvolti razzisti

Razzismo al centro del dibattito anche in Coppa d'Africa, dopo Marocco-Congo. Tragedia in Guinea: morti e feriti per festeggiare successo sul Gambia

Pubblicato:

Pietro De Conciliis

Pietro De Conciliis

Giornalista

Giornalista pubblicista e speaker radiofonico, per Virgilio Sport si occupa di calcio con uno sguardo attento e competente sui campionati di Serie B e Serie C

Coppa d’Africa, tra luci ed ombre. Il torneo in programma in Costa d’Avorio continua a regalare gol, spettacolo ed emozioni contrastanti, tra risultati sorprendenti ed episodi che hanno davvero poco a che fare con il mondo del calcio. Dalla delusione del Marocco di Hakimi alla tragedia che ha caratterizzato i festeggiamenti per la vittoria della Guinea, fino ad arrivare agli insulti razzisti recapitati sui social a Chancel Mbemba, giocatore del Congo protagonista di una lite con il CT del Marocco, Walid Regragui.

Tragedia in Guinea, tre morti e quindici feriti per i festeggiamenti

I gol di Moriba e Diakhaby, decisivi nella sfida vinta contro il Gambia, hanno sensibilmente avvicinato la Guinea agli ottavi di finale di questa edizione della Coppa d’Africa. Nel girone che vede protagoniste anche Senegal e Camerun, la selezione allenata da Kaba Diawara sarà chiamata ad affrontare i campioni in carica (già qualificati, ndr) all’ultima giornata: con un pareggio, la compagine guineana staccherebbe il pass per la fase ad eliminazione diretta per la terza volta consecutiva.

Com’era prevedibile, il successo con il Gambia, accompagnato dal contemporaneo ko del Camerun con il Senegal, ha fatto scattare la festa nelle strade della Guinea. Festeggiamenti che, purtroppo, hanno fatto registrare anche morti e feriti: tre le vittime segnalate nella città occidentale di Coyah, attraverso il report medico ufficiale del Dott. Mathieu Moussa Tèmbèdouno, mentre i feriti sarebbero almeno quindici.

Marocco, pareggio amaro nonostante Hakimi

Sul campo, il Marocco di Regragui non è riuscito ad andare oltre l’1-1 contro la Repubblica Democratica del Congo, capace di crederci fino alla fine e di centrare il bersaglio con il neoentrato Silas. In apertura di match, subito a segno l’ex Inter Hakimi, servito alla perfezione da Ziyech, vecchia conoscenza della Premier League. Prima dell’intervallo, anche un calcio di rigore fallito dal Congo con Bakambu, ipnotizzato da Bono.

La nazionale marocchina resta ugualmente in testa al proprio raggruppamento, con 4 punti all’attivo e due lunghezze di vantaggio su Congo e Zambia. Con un pari, nell’ultimo turno di questa fase, Hakimi e compagni volerebbero agli ottavi di finale della competizione continentale, rispettando il pronostico della vigilia.

Insulti razzisti a Mbemba dopo Marocco-Congo

Una lite in campo che si trasferisce sull’oscuro palcoscenico dei social. L’acceso battibecco che ha visto protagonisti Chancel Mbemba, difensore congolese dell’Olympique Marsiglia, e il CT del Marocco Walid Regragui non è certo finito sul terreno di gioco. Archiviata la partita, terminata sul punteggio di 1-1, i profili social di Mbemba sono stati letteralmente invasi dai tifosi marocchini, che hanno commentato alcune foto del calciatore con emoji raffiguranti delle scimmie, dando sfogo ad insulti di stampo evidentemente razzista.

Una pagina triste per tutto il mondo del calcio, costretto a confrontarsi anche nel 2024 con il tema del razzismo.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotels & Residences

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...