Virgilio Sport

Cristiano Ronaldo è spento, Chiesa no: la Juventus vince ancora

I bianconeri vincono 2-0 sul campo della Sampdoria: decide una rete dell'attaccante della Nazionale, il portoghese fallisce numerose occasioni, poi la chiude Ramsey.

30-01-2021 19:57

Preziosa vittoria per la Juventus, che centra il quarto successo consecutivo tra Supercoppa Italiana, campionato e Coppa Italia passando di misura sul difficile campo della Sampdoria nell’anticipo della prima giornata di ritorno.

I bianconeri salgono a 39 punti restando a -7 dal Milan, con ancora da recuperare la gara contro il Napoli. Ottime indicazioni per Andrea Pirlo anche a livello di gioco in vista della semifinale di andata di Coppa Italia contro l’Inter, in programma martedì sera a San Siro, durante la quale Cristiano Ronaldo e compagni proveranno a vendicare la secca sconfitta subita in campionato.

Sotto una forte pioggia a Marassi, campo nel quale non più tardi di 40 giorni fa era caduta la stessa Inter, a orientare la partita è stato Federico Chiesa. Rete simbolica per l’attaccante bianconero, nato proprio a Genova durante la militanza in blucerchiato di papà Enrico, ma poi cresciuto a Firenze.

Chiesa ha segnato al 20’ spingendo rete un pallone servitogli da Morata al termine di una bella azione in velocità tra Cristiano Ronaldo e lo spagnolo.

Nonostante una prestazione nel complesso convincente la Juventus non è riuscita a chiudere il risultato, anche per merito di una Sampdoria che pur senza creare mai veri pericoli dalle parti di Szczesny, eccetto due tentativi di Quagliarella nel secondo tempo, sventati da Chiellini e dal portiere polacco, è riuscita a stare in partita in particolare in un secondo tempo giocato su ritmi molto bassi e con poche emozioni.

Juventus decisamente più convincente durante il primo tempo, durante il quale i campioni d’Italia hanno tenuto il campo con personalità, fallendo anche numerose occasioni da rete con un Cristiano Ronaldo poco ispirato: bravo in un’occasione Audero a decentrare il portoghese, che nell’azione successiva è stato brillantemente anticipato da Yoshida.

Nel secondo tempo, aperto da una rete annullata a Morata per fuorigioco, Pirlo ha provato a dosare le forze inserendo Alex Sandro, Rabiot, Ramsey e Bernardeschi e il gol della sicurezza allo scadere lo segna proprio il gallese su assist di Cuadrado. 
 

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...