Virgilio Sport

Disastro Juve, l'analisi di Ziliani scatena un putiferio

Il giornalista su Twitter individua i responsabili del flop. Sulla graticola ci finisce Sarri, ma non solo: strali anche sulla società e Ronaldo.

18-06-2020 09:02

Disastro Juve, l'analisi di Ziliani scatena un putiferio Fonte: Ansa

Ancora sconfitta in finale, ancora a digiuno di titoli: la stagione della Juventus sta prendendo una piega negativa, sicuramente inferiore alle aspettative di dirigenza e tifosi, e a preoccupare sono anche e soprattutto le prospettive per il rush finale, sia in campionato che in Champions League. Il popolo dei social ha già individuato il principale responsabile: Maurizio Sarri. Cosa ne pensa invece Paolo Ziliani, da sempre caustico nei confronti dei bianconeri?

Il Tweet di Ziliani: “Meglio Marchesi”

Anche per il giornalista il “primo grande sconfitto” è l’allenatore che doveva portare risultati e bel gioco e che invece, finora, non è riuscito ad assicurare né gli uni, né gli altri. “Chi gli ha preso Rabiot, Danilo e Ramsey, gente con stipendi da top player, ha colpe enormi; ma il primo grande sconfitto della nuova era Juventus è Sarri, che sapeva solo insegnare bel gioco e invece ha completamente abdicato genuflettendosi a CR7 & c. Rino Marchesi era meglio”, è il Tweet al veleno di Ziliani.

L’analisi continua: “Allenatore nel pallone”

Ma non è finita. La disamina di Ziliani prosegue passando in rassegna le mosse del tecnico per provare a vincere la finale dell’Olimpico: “Danilo per Douglas Costa per cambiare volto alla partita (sic), primo cambio di Sarri nel naufragio di Coppa Italia, è la cartina di tornasole di quanto l’allenatore sia nel pallone. Due pali del Napoli e due palle gol monumentali di Milik e Maksimovic sono la lapide sul tracollo”.

Molti gli juventini d’accordo con Ziliani

Questa volta sono molti i tifosi della Vecchia Signora a dar ragione a Ziliani. “L’unico cambiamento tattico di cui Sarri è capace durante una partita è quello di cambiare verso alla cicca che mastica”, scrive amareggiato un fan su Twitter. “Mettiamoci l’anima in pace, quest’anno non si vince niente”, è il commento rassegnato di un altro. Mentre Giuseppe, tra giri di parole e battute, sintetizza il pensiero di molti: “Con Sarri il gioco non è arrivato, le vittorie neppure. C’è poco da stare Allegri. Quando basta un constatazione per trovare la soluzione”.

Critiche a Sarri e Juve, bufera social

Altri sostenitori sono meno concilianti. “Rosa sopravvalutata, giocatori strapagati. Da Sarri era ed è lecito aspettarsi qualcosa di più, ma siete sicuri che questa squadra sia fatta per dominare in Italia e in Europa? Il centrocampo non è competitivo”, cinguetta un tifoso deluso. “Sarri è riuscito a far vincere il Napoli più da allenatore della Juve che del Napoli stesso”, è la riflessione agrodolce di un altro utente. “E ti pareva che adesso tutti gli haters della Juve non inaugurassero i banchetti. Festeggiate pure, i conti si fanno alla fine”, è la ‘minaccia’ di Piero.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...