Virgilio Sport

Djokovic e l'infortunio al Roland Garros, il chirurgo rivela: “Chiunque altro sarebbe andato al pronto soccorso”

Il chirurgo che ha operato Djokovic a Parigi ha rilasciato un'intervista a L'Equipe, in cui rivela di essere rimasto sorpreso che il serbo sia riuscito a finire il match contro Cerundolo

Pubblicato:

Matteo Morace

Matteo Morace

Live Sport Specialist

La multimedialità quale approccio personale e professionale. Ama raccontare lo sport focalizzando ogni attenzione sul tempo reale: la verità della dirette non sono opinioni ma fatti

Intervistato dall’Equipe, Antoine Gerometta, il chirurgo che ha operato Novak Djokovic al menisco dopo l’infortunio rimediato al Roland Garros, si è detto fortemente impressionato dalla resistenza al dolore di Nole e dal fatto che sia rimasto in campo contro Francisco Cerundolo, vincendo peraltro il match.

L’infortunio nel match contro Cerundolo

In occasione match valido per gli ottavi di finale del Roland Garros contro Francisco Cerundolo, Novak Djokovic ha rimediato un grave infortunio al ginocchio nel terzo game del secondo set che ne ha compromesso fortemente la mobilità in campo, tanto che dopo aver dominato il primo parziale, Nole si è trovato sotto due set a uno. Nonostante ciò, il serbo ha deciso di provare a sopportare il dolore e giocarci sopra, rimanendo in campo e vincendo in rimonta il match contro l’argentino. Purtroppo per lui però quella è stata l’ultima sua partita nello slam parigino di quest’anno, visto che l’infortunio al menisco lo ha obbligato a ritirarsi prima di scendere in campo nei quarti per operarsi immediatamente.

Le parole del chirurgo che lo ha operato a Parigi

A proposito dell’infortunio di Nole ha parlato a l’Equipe Antoine Gerometta, il chirurgo che lo ha operato a Parigi: “Djokovic necessitava un’operazione immediata, c’era una certa urgenza. Considerando l’entità dell’infortunio, penso che il fatto che Djokovic sia riuscito a rimanere in campo e a vincere sia stato straordinario, il 99% della gente sarebbe andato al pronto soccorso. Recupero? Sono stato onesto con la squadra e con Novak, tutto sarà basato sulla reazione del suo ginocchio”.

Quando rientrerà Nole: obiettivo Olimpiadi

Dopo l’operazione Djokovic si sottoporrà a un mese di recupero per provare a recuperare il più rapidamente possibile. Questo significa che la sua presenza a Wimbledon – che inizierà il prossimo 1° luglio, meno di un mese dopo il match contro Cerundolo (4 giugno) – è da escludere salvo recuperi lampo del serbo. Più facile invece che possa partecipare alle Olimpiadi di Parigi, suo obiettivo dichiarato dell’anno essendo l’unico trofeo importante che manca al suo foltissimo palmares.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...