,,
Virgilio Sport SPORT

Dumfries allontana il fantasma di Hakimi: conquistato San Siro

Nella prima da titolare con l'Inter, Denzel Dumfries ha collezionato un assist e mezzo e ha lasciato a bocca aperta i tifosi presenti a San Siro.

19-09-2021 11:09

Un’annata di passione intensa e un addio consumato forse troppo presto. Achraf Hakimi ha riacceso gli animi dei tifosi dell ‘Inter, prima di salutare e trasferirsi all’ombra della Tour Eiffel, al Paris Saint-Germain. Una stagione da protagonista assoluto, in cui si è ritagliato un ruolo di primo piano durante il cammino verso lo Scudetto, tanto atteso dall’ambiente dopo gli anni di astinenza e per aver interrotto l’egemonia della Juventus.

Il peso enorme di dover sostituire Hakimi è ricaduto sulle spalle di un giovane olandese proveniente dal PSV Eindhoven, Denzel Dumfries. Il classe 1996 è arrivato a Milano tra lo scetticismo con un bagaglio pieno di speranze e la voglia di dimostrare di meritarsi questa chance. Dubbi – da parte della tifoseria – alimentati da un avvio di stagione in cui Dumfries si è seduto regolarmente in panchina per lasciare il posto a Darmian.

Il suo turno è arrivato nella sfida contro il Bologna, anticipo del 4° turno di Serie A. Davanti a oltre 35 mila spettatori, Inzaghi ha deciso di lanciare per la prima volta dall’inizio il terzino olandese. E il 25enne ex PSV ha subito risposto presente. Dumfries si è messo al servizio dei compagni, con l’assist per Lautaro per l’1-0 e il cross che ha portato al goal di Barella del 3-0, e ha sfiorato la prima gioia personale in nerazzurro, prima nell’azione del 4-0 di Vecino e poi con la conclusione con il sinistro terminata sull’esterno della rete.

Una prova sontuosa del laterale olandese, che ha arato la fascia e ha stravinto il duello con il rivale, il terzino scozzese del Bologna Hickey. Con tanto di conferma del suo allenatore Simone Inzaghi, che ne ha esaltato la prova nelle dichiarazioni rilasciate al fischio finale.

“Dumfries ha fatto una gran partita. Si sta allenando bene, ma si sta inserendo più rapidamente del previsto. Sta imparando anche l’italiano”.

Un diamante da sgrezzare. Per Dumfries c’è tanto da lavorare, sia in fase difensiva che in quella offensiva, ma quello che l’olandese ha fatto vedere nel primo spaccato di stagione sta già convincendo i tifosi. Nella sfida contro il Bologna, il pubblico di San Siro è rimasto piacevolmente colpito dalla prova di Dumfries, che ha dimostrato di avere grandi qualità fisiche e idee chiare.

“Se sto facendo dimenticare Hakimi? Non penso a questo, lui ha fatto molto bene lo scorso anno, io sono molto orgoglioso di essere qui. Sto studiando l’italiano e sto imparando nuove parole. Stasera sono felice. Una bella prestazione dopo il ko con il Real Madrid. Siamo riusciti a rispondere di squadra alla sconfitta in Champions. Le indicazioni di Inzaghi? Sì, dovevo spingere sulla fascia ed è andata bene, come preparato. Sono molto felice di essere qui, i compagni mi aiutano molto”.

Dumfries ha già conquistato il ‘Meazza’. L’olandese ha fatto subito vedere di saper volare su quella fascia, scacciando i fantasmi del passato. L’obiettivo è far dimenticare nel minor tempo possibile Hakimi, un’impresa complicata ma non impossibile per l’ex PSV.

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...