Virgilio Sport

Ex Juve Dani Alves rompe il silenzio dopo la condanna: ecco come sopravvivo

Il brasiliano è in libertà vigilata dopo essere uscito dal carcere grazie a una cauzione pagata vendendo un'intervista per un milione di euro

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Maglietta bianca a maniche corte, pantaloni larghi della tuta e qualche chilo in meno. Seduto a uno dei tavoli del ristorante Mr. Porter, Dani Alves si è confessato al quotidiano El Periodico che lo ha beccato in un lussuoso steakhouse “fashion” al piano terra dell’Hotel Sir Víctor di Barcellona. L’ex Juventus è in libertà vigilata dopo le accuse di stupro di una giovane donna nei bagni di una stanza privata a Sutton e la condanna a quattro anni e mezzo di carcere, di cui ha scontato 14 mesi in carcere provvisorio, lasciato il 25 marzo dopo aver pagato una cauzione di un milione di euro.

Dani Alves ha pagato la cauzione vendendo un’esclusiva per un milione

“Posso uscire solo il venerdì, non ho altro che posso fare”, ha detto Alves. Ricco il menu del brasiliano; porro arrostito, peperoncini piccanti, ossobuco di agnello arrostito lentamente, 100 grammi di carne di wagyu ben cotta, polenta di mais tartufata per accompagnare le carni e sorbetto tailandese, a base di cocco, scorza di mango e lime, il tutto annaffiato da Pinot nero. Alves, che si è rifiutato di parlare alla stampa dopo la sua prigionia, è stato affabile anche se non ha voluto commentare il suo caso “perché è ancora in corso”. Nonostante ciò, ha concesso l’esclusiva ad una pubblicazione del suo paese in cambio del milione di euro con cui ha pagato la sua cauzione, secondo la giornalista Marisa Martín Blázquez, collaboratrice del programma “Fiesta” (Telecinco).

Alves deve scontare 4 anni e mezzo di prigione

Per scusarsi, ha addirittura fatto una similitudine con il calcio per descrivere il suo momento attuale: “La partita che devo giocare è in campo. Ma non ho idea di quanto potrà durare questa ‘partita’ finché tutti i ricorsi presentati dalle parti (difesa, accusa e accusa) non saranno risolti”. L’ex calciatore è stato condannato a quattro anni e mezzo di carcere, di cui ha scontato 14 mesi in carcere provvisorio. Ha lasciato Can Brians 2 il 25 marzo dopo aver pagato una cauzione di un milione di euro.

Il brasiliano rivela come ha superato lo choc del carcere

A El Periodico Alves però ha rivelato come ha superato i mesi di carcere: “Ovunque vada sopravvivo. Mi adatto a tutto perché per me non è il luogo che fa la persona, ma la persona che fa il posto, ora sono tranquillo e sto bene”. Buongustaio rinomato (uno dei suoi ristoranti preferiti a Barcellona è il Gresca e La Taverna del Clínic), Alves portava Neymar a provare le migliori tavole di Barcellona (“Gli dicevo sempre di smettere di mangiare il pane prima di iniziare il pasto, per non fate il pieno e aspettare le pietanze migliori”), Alves ha pagato poi i 223 euro del conto ed è tornato a casa, aspettando il prossimo venerdì per uscire ancora.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...