,,
Virgilio Sport SPORT

F1, Ferrari allo sbando: l'appello ai tifosi sui social

I profili ufficiali della scuderia di Maranello si rivolgono i tifosi dopo il disastro di Spa

La Ferrari uscita con le ossa rotte dal week end del Gran Premio del Belgio decide di cospargersi il capo di cenere e lo fa nella maniera più umile con un post sui suoi social ufficiali rivolgendosi ai suoi tifosi, quelli sparsi in tutto e soprattutto a quelli italiani in vista della doppia gara in Italia, Monza e Mugello dove la scuderia di Maranello festeggerà i mille gran premi in F1.

Ferrari, il post social ai tifosi

Poche parole, scritte sia in inglese che in italiano, con due post distinti e la foto di Vettel e Leclerc uno dietro l’altro che annaspano nelle retrovie a Spa. Il messaggio è chiaro: “Non è stato un buon fine settimana ma non smettiamo di lottare. Non è la prima volta nella nostra storia che ci troviamo ad affrontare delle difficoltà, ma ne siamo sempre usciti. Più che mai in momenti come questo abbiamo bisogno dei nostri tifosi. Grazie di essere al nostro fianco”.

La reazione dei tifosi Ferrari

Già ieri i ferraristi doc avevano sfogato la propria frustrazione, delusione e rabbia sui social sia live durante la gara che nei commenti al post Gp del Belgio concluso da Vettel e Leclerc mestamente al 13° e 14° posto senza mai essere in condizione di puntare alla zona punti. Le reazioni al post di oggi che chiede vicinanza ai tifosi dal cuore rosso Ferrari sono delle più disparate, in tanti rimarcano il loro #essereFerrari come l’hashtag lanciato dal cavallino rampante.

Ma il disastro di Spa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, un malcontento solo mitigato da un paio di podi di Leclerc nelle prime gare: “Sono 10 anni che ripetete questa frase, 13 che manca un mondiale a Maranello, siamo la scuderia più ricca e allo stesso tempo meno efficiente del paddock, sveglia” e il ritornello del tifo sulle responsabilità dei vertici: “Forza Ferrari Sempre! Però, è ora che qualcuno, dalla Presidenza in giù, si prenda le proprie responsabilità. Non è possibile questa sistematica distruzione dell’eredità e dell’immagine della Ferrari. Basta! Meglio un dignitoso ritiro, che questo stillicidio. È questione di rispetto, anche nei confronti dei tifosi”.

SPORTEVAI | 31-08-2020 13:30

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...