Virgilio Sport

F1, Ferrari dal Mugello a Barcellona per il riscatto: Sainz e Leclerc dai test Pirelli al Gp di Spagna

La Ferrari ha preparato l'operazione riscatto per il Gran Premio di Spagna della prossima settimana con due giorni di test Pirelli sulla pista del Mugello con entrambi i piloti Sainz e Leclerc al volante della SF-24

Pubblicato:

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Un fine settimana per riflettere, analizzare, lavorare e “ricaricare” le batterie. Non solo quelle della power unita di Leclerc un po’ scarica in Canada ma di tutta la Ferrari chiamata a dare una risposta nel prossimo week end quando il circus tornerà in Europa per il Gran Premio di Spagna al Montmelò a Barcellona. Per Maranello sarà una importante prova del nove dopo la debacle canadese.

La scuderia del Cavallino Rampante ha lavorato duro in questa settimana tornando anche in pista. Charles Lecerc e Carlos Sainz hanno girato al Mugello per dei test Pirelli. Nessuna novità sulla monoposto ovviamente per non infrangere i regolamenti ma un importante shakedown dopo la disfatta a Montreal per resettare il tutto.

Ferrari test al Mugello: cosa hanno provato Sainz e Leclerc

Carlos Sainz ha concluso venerdì il quinto test di gomme Pirelli del 2024, con lo spagnolo che ha preso il posto di Charles Leclerc al volante della Ferrari. Reduci dal deludente Gran Premio del Canada, i due piloti Ferrari si sono diretti al Mugello per effettuare due giorni di test sugli pneumatici Pirelli per conto del produttore di pneumatici milanese. Nell’ambito del programma ufficiale di test sugli pneumatici Pirelli nel corso del 2024, con in mente lo sviluppo per il 2025, è stata effettuata la quinta sessione speciale di test sulle gomme.

Ad ogni squadra viene data l’opportunità di effettuare test sugli pneumatici per conto di Pirelli nel corso dell’anno. Il prossimo test si svolgerà a Silverstone dopo il Gran Premio di Gran Bretagna, prima di un test a Spa-Francorchamps dopo il Gran Premio del Belgio. Ecco finora i test effettuati:

  • Barcellona – Ferrari
  • Jerez – Mercedes e Aston Martin
  • Suzuka – RB e Sauber
  • Paul Ricard – Ferrari
  • Mugello-Ferrari

La Ferrari effettua test sugli pneumatici Pirelli al Mugello

I due giorni di lavoro si sono concentrati sullo sviluppo di nuove mescole e costruzioni per il 2025, con la Ferrari che ha effettuato il secondo test consecutivo dopo che la Scuderia aveva fornito una vettura anche al Paul Ricard due settimane fa. Come dettano le regole, l’auto ha corso con una specifica esistente – ai team non è consentito introdurre nuovi componenti o aggiornamenti di prova durante i test sugli pneumatici – e Pirelli detta il programma di corsa senza che la Ferrari sia informata di quali pneumatici verranno utilizzati. qualsiasi dato punto.

Charles Leclerc ha guidato la vettura giovedì, svolgendo un lavoro simile concentrandosi sul lavoro sulle mescole più dure della gamma. Giovedì pomeriggio è caduta la pioggia e sono stati effettuati dei lavori sulla gomma intermedia. Leclerc ha completato 120 giri in totale, pari a 630 chilometri.

Carlos Sainz ha guidato la vettura venerdì, effettuando 135 giri sul circuito del Mugello, equivalenti a 707 chilometri, lavorando attraverso un lavoro di confronto delle diverse mescole prototipo in quanto Pirelli punta a ridurre il problema del surriscaldamento degli pneumatici per il 2025.

F1, Mario Isola (Pirelli): “Test importanti, grazie Ferrari”

“Prima di tutto voglio ringraziare ancora una volta la Scuderia Ferrari per la collaborazione dimostrata nel portare a termine questo test – ha commentato Mario Isola, Direttore Motorsport Pirelli – Stiamo attraversando una parte molto impegnativa della stagione in questo momento e poter contare ancora una volta sul loro supporto, soprattutto con i suoi due piloti titolari, è un risultato importante. Per noi sono stati molto preziosi questi due giorni, correndo su questo bellissimo tracciato del Mugello, che mette a dura prova le gomme, vista la sua configurazione caratterizzata da tante curve lunghe e veloci, che rappresenta lo scenario ideale per valutare soluzioni per la composti più duri.

“I dati raccolti in questi 1337 chilometri sono molto interessanti – ha proseguito Isola – e ci permetteranno di iniziare a restringere il campo su quelle che potrebbero essere le soluzioni più efficaci, per poter finalizzare le nostre scelte nei prossimi mesi. Ora il nostro programma di test riprenderà beneficiando delle corse sulle piste del Gran Premio nei giorni immediatamente successivi all’evento: proveremo infatti a Silverstone dopo il Gran Premio di Gran Bretagna e poi a Spa dopo il Gran Premio del Belgio”.

Fonte: Imago

F1, la Ferrari ora prepara l’operazione riscatto a Barcellona

La prossima settimana il Mondiale di F1 torna in pista e torna in Europa. In programma il Gran Premio di Spagna che si disputerà a Barcellona. Una pista universalmente riconosciuta come provante per una monoposto. Chi va bene al Montmelò va veloce ovunque è il refrain del circus.

La Ferrari deve ritrovare se stessa dopo la debacle in Canada con un doppio ritiro ma soprattutto con una qualifica e una gara anonima di entrambi i piloti sempre ai margini della zona punti. Maranello è passata dalla Coppa del Mondo alla Coppa del Nonno. Dopo la vittoria di Leclerc a Monaco sembrava tutto bello e anche il Mondiale sembrava così vicino, ora per la legge del contrappasso si può essere portati emozionalmente a considerare il futuro nero.

La verità forse sta nel mezzo. La Ferrari già quest’anno ha avuto un paio di gare sottotono, Cina soprattutto, ma aveva sempre portato le monoposto a punti, Si spera, ci si augura che Montreal sia solo una parentesi storta in cui la SF-24 si è mal adattata probabilmente per la delibera di un assetto base sbagliato. Quel che più preoccupa è che il team non sia stato così reattivo nel trovare una soluzione.

Di certo in Spagna la Ferrari cambierà la centralina sulla power unit di Leclerc “depotenziata” a Montreal e tutto dovrebbe tornare a funzionare correttamente. Ancora non è sicuro se saranno portati in anticipo ulteriori aggiornamenti aerodinamici su cui il team di coordinato da Enrico Cardile stavano lavorando per le gare estive.

Fonte: Ansa

F1 GP Spagna 2024: il programma e gli orari di Barcellona

Venerdì 21/06/2024

  • ore 13:30 Prove Libere 1 – Sky Sport F1
  • ore 17:00 Prove Libere 2 – Sky Sport F1

Sabato 22/06/2024

  • ore 12:30 Prove Libere 3 – Sky Sport F1
  • ore 16:00 Qualifiche– Sky Sport F1

Domenica 23/06/2024

  • ore 15:00 Gara – Sky Sport F1

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...