Virgilio Sport

F1, Ferrari: Sainz, il rinnovo non è scontato. C'è Alexander Albon in pole per Maranello, l'indiscrezione

In mancanza di rinnovo se Carlos Sainz e la Ferrari dovessero separarsi alla fine del 2024 a Maranello gira con forza il nome di Alex Albon come sostituto dello spagnolo. Ma rinnovare Sainz e Leclerc resta la priorità di Vasseur. La situazione

Pubblicato:

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Manca oramai meno di un mese prima di conoscere la nuova Ferrari che cercherà di contrastare il dominio Red Bull nel Mondiale di Formula 1 del 2024. A Maranello c’è anche un’altra questione a tenere banco. Quella relativa ai rinnovi di Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Entrambi hanno il contratto in scadenza. E se per il monegasco il prolungamento in rosso appare scontato, altrettanto potrebbe non esserlo per lo spagnolo. E allora il cavallino rampante si guarda attorno. Tra le eventuali alternative è forte la candidatura di Alexander Albon che negli ultimi due anni ha tirato fuori il meglio della Williams.

Ferrari: Sainz, il rinnovo tarda. Ci sono problemi?

Per Vasseur il rinnovo di Sainz e Leclerc è solo una formalità. Ma intanto il tempo passa. Sono in molti a pensare che la Ferrari stia aspettando la presentazione della nuovo monoposto, il 13 febbraio prossimo, per poi, poco prima o poco dopo, annunciare a cascata il rinnovo dei due piloti, Carlos Sainz e Charles Leclerc.

Gli accordi ci sarebbero ma ci sono dei dettagli ancora da limare. Anche delle differenze piuttosto evidenti stando alle varie indiscrezioni. Se da una parte il rinnovo di Leclerc dovrebbe essere una sorta di contratto a vita con la Ferrari, fino al 2028, e anche oltre, a cifre astronomiche (circa 50 milioni di euro), dall’altra parte per Sainz si parla appena di un biennale a cifre molto meno considerevoli.

Lo spagnolo non si è espresso su questo punto. Ma Sainz ha detto qualcosa sulle tempistiche ribadendo in diverse circostanze di non voler cominciare la stagione senza avere una sicurezza sul sedile del prossimo anno. Anche perchè quest’anno ci sono diversi piloti in scadenza e per trovare una buona macchina nel 2025 bisogna muoversi sempre con largo anticipo. Questo vale per i piloti ma anche per le scuderie.

Fonte:

Ferrari, per l’esperto di F1 c’è Albon in pole per il dopo Sainz

Sainz sta entrando nell’ultimo anno del suo attuale contratto con la Ferrari, con entrambe le parti che hanno indicato la volontà di continuare oltre questa stagione se i termini potranno essere concordati. Se non si riesce a concludere un accordo per continuare la partnership, la Ferrari non avrà carenza di opzioni dato il numero di contratti di pilota in attesa di rinnovo, ma un nome in particolare potrebbe essere una possibilità come obiettivo.

Secondo quanto riferito da Lawrence Barretto, giornalista molto importante e autorevole nel mondo della F1, Alexander Albon è molto apprezzato dalla Scuderia Ferrari e il suo nome è stato accostato come possibile sostituto di Sainz se lo spagnolo non dovesse continuare a Maranello.

Secondo il giornalista le trattative contrattuali con Leclerc stanno avendo la precedenza, con Ferrari desiderosa di garantire al monegasco un grosso contratto per la sua permanenza a Maranello. Una volta che ciò sarà stato fatto, è probabile che la Ferrari si muova rapidamente per rinnovare Sainz. Lo spagnolo è desideroso di un contratto biennale che gli dia stabilità e lo porti al 2026 quando entreranno in vigore i nuovi regolamenti e le nuove monoposto e dove la Ferrari potrebbe ribaltare i rapporti di forza con la Red Bull.

Se non si riesce a raggiungere un accordo, alla Ferrari non mancherebbero le opzioni, per questo Maranello si sta guardando intorno, e sarebbe proprio Alex Albon uno dei più quotati in circolazione. Anche se, ribadisce Barretto, trattenere Leclerc e Sainz resta la priorità.

Fonte: Getty

F1, dalla Red Bull alla Williams: Alex Albon pilota in crescita

Come Sainz anche il contratto di Alex Albon scadrà alla fine del 2024, con il pilota britannico/thailandese che avrà un’opzione per un’ulteriore stagione nel 2025 con Williams. La scuderia di Groove lo ha rilanciato e lui ha rilanciato la Williams negli ultimi due anni. Messosi in evidenza in Toro Rosso (oggi AlphaTauri) nel 2019, Albon fu promosso a stagione in corso in Red Bull con il classico “switch” orchestrato da Marko che fece fare il percorso inverso a Gasly.

Confermato nel 2020 in Red Bull al fianco di Verstappen, Albon come tanti compagni dell’olandese non ha brillato per risultati. Nel 2021 così rimase fermo, sostituito in Red Bull da Perez e retrocesso al ruolo di 3° pilota e collaudatore. La grande chance del rientro l’ha avuta con la Williams nel 2022. Più maturo è riuscito a portare tanti punti in questi due anni alla storica scuderia inglese nonostante una monoposto decisamente poco “top”.

Ferrari: su Sainz c’è sempre l’ombra di Audi

Per quanto riguarda Sainz, non è un mistero che l’Audi sogni per il suo ingresso in F1 lo spagnolo. Peraltro ufficialmente il colosso tedesco dovrebbe entrare proprio nel 2026 al fianco di Sauber, quindi a cavallo con la scadenza di questo eventuale rinnovo dello spagnolo con Maranello.

Tutte le novità del Mondiale 2024 di F1

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...