Virgilio Sport

F1 Ferrari, si chiude la vicenda dell’orologio rubato a Leclerc: rapinatori condannati a 10 anni

Si chiude la vicenda dell’orologio rubato a Charles Leclerc nel 2022: al pilota della Ferrari era stato sottratto a Viareggio un cronografo Richard Mille personalizzato dal valore di 2 milioni di dollari

14-11-2023 18:02

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Si è chiusa con una condanna la vicenda dell’orologio rubato a Charles Leclerc nel 2022. I tre rapinatori che hanno derubato, tra gli altri anche il pilota monegasco della Ferrari, sono stati condannati a 10 anni dal Tribunale di Lucca. L’episodio risale all’aprile del 2022 quando il pilota venne “privato” del suo Richard Mille: un cronografo personalizzato dal valore di 2 milioni di euro.

Orologi di lusso e rapine: la condanna del giudice

Nella giornata di oggi è arrivata la decisione del Tribunale di Lucca per tre persone: sono stati condannati Luciano Allinoro di 40 anni e il 20enne Francesco Pinto, per entrambi la sentenza è stata di 10 anni e 8 mesi di reclusione; condanna a 6 anni e 5 mesi di reclusione per la 30enne Annamaria Nocerino, tutti con il rito abbreviato. Ci sarà invece un processo separato per Davide Stefanoni che ha scelto il rito ordinario.

Due di loro erano accusati anche per la rapina avvenuta nell’agosto del 2021 a Forte dei Marmi dai danni di una turista francese che aveva sporto denuncia dopo essere stata aggredita e minaccia con una pistola e a cui era stato sottratto un orologio da 80mila euro.

Il caso Leclerc nel 2022

Il pilota della Ferrari, Charles Leclerc, era finito nel mirino dei rapinatori nell’aprile del 2022 in zona Darsena di Viareggio: i ladri hanno fatto finta di essere tifosi della Ferrari e con la scusa di un selfie erano riusciti a sfilare il Ricard Mille dal polso del pilota ferrarista. I due sono fuggiti in sella ad uno scooter mentre altri due complici sono intervenuti sulla scena per impedire a Leclerc di andare all’inseguimento.

Le difficoltà nel piazzare l’orologio di Leclerc

Poteva essere la “rapina della vita” anche per ladri esperti in oggetti di lusso, ma proprio l’orologio rubato al pilota della Ferrari si è rivelato molto complicato da piazzare. Si tratta infatti di un esemplare unico, un Richard Mille personalizzato dal valore di 2 milioni di euro, e quando i rapinatori hanno cercato di piazzarlo a Napoli hanno incontrato le prime difficoltà. Nessuno infatti era disposto a comprare un oggetto così riconoscibile, prodotto in pochissimi esemplari. Alla fine il compratore è arrivato in Spagna, ma è saltato tutto di nuovo e anche quella difficoltà ha portato all’arresto dei rapinatori.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...