Virgilio Sport

F1, GP Spagna, Vasseur tranquillizza i tifosi Ferrari: "Canada caso isolato, individuato il problema"

Il team principal di Ferrari Frederic Vasseur commenta il venerdì delle prove libere al GP di Spagna, e torna sul disastro del Canada rassicurando però i tifosi: la disfatta subita a Montreal dovrebbe restare un caso isolato

Pubblicato:

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

È andato in archivio il venerdì delle prove libere per il GP di Spagna, dove si prospetta una gara aperta e con le carte ulteriormente sparigliate da diversi fattori. Ad esempio i nuovi aggiornamenti con cui si presentano Red Bull e Ferrari, ma anche l’incognita meteo che può pesare sulla domenica e sulle soste (previste tre visto il potenziale degrado). E l’exploit a sorpresa di Alpine (in particolare con Pierre Gasly) e soprattutto di Mercedes (con Lewis Hamilton), che però andranno confermati in fase di FP3, di qualifica e, ovviamente, di gara.

GP Spagna, libere: in casa Ferrari spicca Sainz dopo il venerdì, fatica Leclerc

Soffermandoci in casa Ferrari, all’interno di un panorama competitivo (ricordiamo anche McLaren) che sta tornando ad essere incerto dopo anni di dominio Red Bull (oggi Verstappen ha sofferto un certo sottosterzo e un retrotreno con impicci a livello di carico aerodinamico) ad essere andato meglio oggi è stato Carlos Sainz, in pista con la vettura con gli ultimissimi aggiornamenti, mentre Charles Leclerc ha pagato una SF-24 con meno novità e diversi problemi nel gestirla.

Il team principal Frédéric Vasseur ha tracciato un bilancio di questo venerdì, non prima però di aver fatto un passo indietro sulla gara horror che le Ferrari hanno messo a referto nel precedente appuntamento. In Canada le rosse sono affondate a stretto giro dopo il trionfo di Monaco, cosa che ha fatto risaltare ulteriormente questa curiosa sinusoide in termini di prestazioni e affidabilità. Da qui la necessità di fare tesoro per riscattarsi al Montmelò.

Vasseur: “Le Ferrari possono vincere ovunque, ma…”

E difatti Vasseur, nel riconoscere il flop (“Sin dall’inizio del fine settimana abbiamo sbagliato tutto, le cose sono andate storte, dalla comprensione dell’auto sino all’assetto e all’affidabilità”) ha poi rassicurato: “Ciò che importa è aver capito dove abbiamo sbagliato, e questo ci sarà utile nel non ripetere gli errori a Barcellona”.

“Ecco qual è stato il problema di Leclerc in Canada”

Secondo il team principal le Ferrari “possono vincere ovunque“, ma al tempo stesso “non è facile capire dove possiamo essere competitivi“. Il Canada “è stato un caso isolato“, ha proseguito l’ingegnere, secondo cui a Montreal ci sono stati comunque degli aspetti positivi riguardo le prestazioni offerte in qualche frangente. “Dobbiamo giusto occuparci di quelli negativi“. E sulle tribolazioni di Leclerc in Canada, Vasseur ha quindi rivelato: “Non c’entrava nulla motore, si trattava di un problema elettronico che abbiamo risolto“.

Poi Vasseur ha analizzato la situazione competitiva nell’attuale F1, “con otto vetture in un decimo e mezzo” e con Mercedes ulteriore spina nel fianco. “Nelle ultime due gare per un decimo si perdono due o tre posizioni, e sarà così sino alla fine – ha proseguito – . Ma il nuovo pacchetto di aggiornamenti sembra averci dato delle buone risposte, e ciò significa che il nostro lavoro sta andando bene. Dobbiamo ovviamente concretizzare il tutto sia sabato che domenica”.

Leclerc: “Venerdì difficile, ma non sono preoccupato”

Dopo le prime due prove libere di oggi ha parlato anche Leclerc, riconoscendo che la prima sessione è stata difficile “per tutti” a causa del surriscaldamento di cui hanno sofferto le vetture. E nelle FP2 il problema è stato “il bilanciamento”, oltre a dover prendere le misure con le novità del pacchetto.

Ma il monegasco a Sky Sport ha poi ammesso: “Siamo riusciti alla fine a trovare la giusta fiducia mettendo tutti i pezzi assieme, anche se penso ci sia ancora da lavorare. È stato un venerdì difficile ma – ha quindi rassicurato – so come risolvere e trovare il tempo, quindi non sono molto preoccupato. Ho le idee abbastanza chiare su quello che dobbiamo fare con la vettura e sono certo che domani fare un passo avanti. Ho avuto un problema che ha inficiato il mio long run, anche se si è trattato più di una modifica all’assetto che ha richiesto più sforzi del previsto. Cose che capitano”.

Sainz: “Gli aggiornamenti funzionano, possono fare la differenza”

Sainz da par suo ha commentato: “La pista era molto scivolosa con temperature alte, ed è stato un venerdì impegnativo. Sul giro sembra che le cose vadano abbastanza bene, mentre sul passo gara fatichiamo di più. Gli aggiornamenti? Sembrano funzionare abbastanza bene. In una competizione così stretta, avere un piccolo pacchetto che va al meglio può fare la differenza“.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...