Virgilio Sport

F1, tensione in Ferrari: il retroscena del faccia a faccia Leclerc-Elkann

Il pilota monegasco ha chiesto rassicurazioni dopo l'avvio di stagione negativo e alcuni addii eccellenti. Ma non è l'unico problema che sta attanagliando il Cavallino

Pubblicato:

Atmosfera tesa a Maranello dopo il primo Gran Premio del Mondiale 2023 di Formula 1 in Bahrain, chiuso con il quarto posto di Carlos Sainz e il ritiro di Charles Leclerc.

In casa Ferrari ci si aspettava un avvio dell’era Vasseur completamente diverso, e l’ addio sorprendente del capo degli ingegneri David Sanchez, la terza rimozione di lusso dopo quella del team principal Mattia Binotto ad inizio anno e del capo degli strateghi Inaki Rueda, ha contribuito a creare ancora più inquietudine nel team del Cavallino.

Ferrari, Leclerc chiede spiegazioni a John Elkann

Alle tensioni in squadra si aggiunge una SF-23 non all’altezza della monoposto Red Bull, nettamente più veloce e performante a Sakhir, e un motore ancora inaffidabile nonostante il lavoro invernale. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport Charles Leclerc, visibilmente di malumore, avrebbe chiesto e ottenuto un incontro con il presidente John Elkann, per chiedere delucidazioni su quanto sta succedendo all’interno del team.

Il 2023 rischia di diventare un nuovo 2021, un anno di rincorsa dove l’unico obiettivo resta quello di puntare al podio: una eventualità inaccettabile per il pilota monegasco.

Ferrari: il contratto di Leclerc scade nel 2024

Una situazione delicata, considerato che il contratto di Charles Leclerc scade nel 2024 e al momento le prospettive per il sicuro non sono delle più rassicuranti. Il pilota del Principato era parso rabbuiato fin dai test pre-campionato sempre a Sakhir, dove era sembrato decisamente deluso dalla monoposto, e aveva avuto sensazioni diverse rispetto a quanto provato al simulatore.

L’ostacolo numero uno è il degrado delle gomme, un problema antico e ancora decisamente irrisolto da parte della Ferrari, nonostante i proclami fatti durante la presentazione della SF-24, tutti smentiti dopo le prime uscite in pista.

Ferrari, Vasseur chiede più poteri

Secondo il Corriere dello Sport, il malessere che sta attanagliando la Ferrari non è però solo tecnico e sportivo ma anche politico: ci sarebbe una frattura tra il nuovo team principal Frederic Vasseur e l’amministratore delegato Benedetto Vigna.

L’ingegnere francese sente di operare con meno poteri rispetto agli altri team principal di Formula 1 e spinge per avere più autonomia da parte dell’azienda. Vasseur in occasione del primo Gran Premio si sarebbe lamentato con alcune persone di queste limitazioni: una grave crepa che rischia di allargarsi se i risultati sportivi non saranno all’altezza nelle prossime gare.

F1, tensione in Ferrari: il retroscena del faccia a faccia Leclerc-Elkann Fonte: Getty Images

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...