Virgilio Sport

Fiorentina-Juve, la decisione dell'Osservatorio scatena la polemica: lo sgomento dell'ex ct Berruto

La Curva Fiesole, con i tifosi della Fiorentina, non sarà al match di stasera contro la Juventus: anche l’ex Premier Matteo Renzi si schiera con il rinvio della gara: “Giocare in quelle ore non ha proprio senso”

Ultimo aggiornamento 05-11-2023 19:49

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

La gara tra Fiorentina e Juventus rischia di diventare un caso. Già da due giorni si sono intensificate le voci e le richieste di rinviare il match previsto per stasera alle 20.45 allo Stadio Franchi di Firenze. Il maltempo che ha flagellato la Toscana causando morte e distruzione, infatti, resta all’ordine del giorno e la gara di stasera arriva a complicare maggiormente la situazione legata al lavoro delle forze dell’ordine.

Osservatorio manifestazioni sportive: “Nessun motivo per il rinvio”

A mettere la parole fine sulle possibilità di un rinnovo della gara tra Fiorentina e Juventus ci pensa l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive che ha emesso un comunicato sulla questione.

L’Osservatorio ha valutato che sotto il profilo dell’ordine e dalla sicurezza pubblica non ricorrono i motivi per disporre un divieto di svolgimento con rinvio della patria ad altra data. L’Osservatorio ha valutato che per lo svolgimento dell’incontro di calcio di questa sera sono state destinate risorse delle forze dell’ordine non sottratte in alcun modo da quelle impegnate nelle attività di soccorso alla popolazione colpita dall’alluvione.

Fiorentina-Juve: la presa di posizione della Fiesole

Il cuore della tifoseria della Fiorentina rappresentato dalla Curva Fiesole ha già preso posizione sull’argomento e nella giornata di ieri ha annunciato che la curva resterà vuota nel corso del match di questa sera.

Non saremo presenti sugli spalti – si legge in un comunicato – Non c’è niente da festeggiare, dare un segnale contro questa ingiustizia è un atto che ci viene dai nostri sentimenti ma anche dalla nostra ragione.

L’intervento di Renzi: “Ultras meglio delle istituzioni”

Sulla polemica è intervenuto anche l’ex premier e l’ex sindaco di Firenze Matteo Renzi che ha chiuso il rinvio della partita visto la difficile situazione che sta vivendo la Toscana in queste ore.

Per i tifosi viola non è una partita ma la partita. Per un intero anno viene preparata una coreografia speciale e la Fiesole sei pera per le grandi occasioni. Ma dopo quello che è successo in Toscana come si fa a giocare oggi? E infatti i tifosi lo hanno capito bene proponendo di rinviare la partita. Giocare il match in queste ore non ha preposto seno.

Ci sono tanti territori ancora in difficoltà intorno a Firenze, non è logico mandare centinaia di poliziotti, carabinieri e soccorritori allo stadio anziché a Campi Bisanzio o Quarrata. Chiedere il rinvio è una cosa semplice e doveroso: peccato che solo gli ultras abbiano detto la cosa giusta mentre le istituzioni stiano facendo una cosa una cosa profondamente sbagliata. Grazie di cuore ai tifosi che si dimostrano più sensibili e umani del gestori del sacro business del pallone.

Il governatore della Toscana: “Meglio spalare che vedere la partita”

Sulla vicenda è intervenuto anche il Governatore della Toscana Eugenio Giani e anche lui come Renzi si è schierato a favore del rinvio della gara. “E’ opportuno rinviare il match di stasera per la situazione che si è determinata nella Toscana centrale. Ringrazio i giorni della Curva Fiesole che invece che alla partita stasera saranno a Campo Bisenzio. Li apprezzo per la scelta che hanno fatto di ansare a spalare piuttosto che vedere la partita dimostrando grande identità verso la città e forza dei valori”.

La reazione dell’ex ct di volley Berruto

Sulla vicenda è intervenuto anche Mauro Berruto, deputato del Partito Democratico ed ex ct della nazionale di pallavolo.

Sono rimasto sgomento dalla decisione di disputare la partita nonostante i morti e le calamità intorno a quello stadio. Se la Lega Calcio non interverrà celebreremo l’abominevole distanza tra la realtà e noi, una distanza diventata insopportabile. La mia piena solidarietà va ai tifosi della Curva Fiesole, loro hanno saputo prendere decisioni rapide senza se e senza m.

Curva Fiesole deserta: i precedenti

Non è la prima volta che la curva Fiesole della Fiorentina rimane deserta, il cuore del mondo ultras viola è stato spesso promotore di contestazioni nei confronti del club o della squadra quando le cose non andavano per il meglio. Nel 1990 chi fu la storica decisione di desertare in occasione di un Fiorentina-Napoli in segno di protesta sulla futura cessione di Roberto Baggio. L’ultima volta che la Curva rimase completamente deserta risale alla stagione 2021/2022 quando i tifosi decisero di protestare contro le limitazioni imposte dal Covid con la capienza del settore ridotta al 50%.

La decisione della Fiorentina: silenzio stampa

La società Viola ha fatto sapere, intanto, che nessun tesserato rilascerà dichiarazioni nel pre e nel post partita della gara con la Juventus, senza spiegarne i motivi. Sembra chiaro, comunque, che la decisione sia legata alla decisione di far disputare comunque il match, nonostante la contrarietà della maggior parte dei tifosi e in particolare degli ultras della Curva Fiesole dopo il passaggio della tempesta Ciaran.

Fiorentina-Juve: la decisione della Fiesole scatena la polemica

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Bologna - Verona
SERIE B:
Cosenza - Sampdoria

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...