Virgilio Sport

Inchiesta Juve, incubo Uefa: rischio esclusione dalle coppe

Eurostangata in arrivo per la Juventus: l'Uefa prepara l'esclusione dalle coppe del club e potrebbe non attendere i tempi della giustizia sportiva della FIGC. Ecco tutti gli scenari che fanno tremare la Juve

25-04-2023 10:24

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Juventus fuori dalle Coppe Europee per mano della Uefa, ancor prima delle sentenze italiane. Dall’altare alla polvere e viceversa. La stagione della Juventus è così, dentro e fuori dal campo. Un saliscendi senza soluzione di continuità. L’euforia per la scorsa settimana con la semifinale di Europa League raggiunta a Lisbona e la vittoria, molto parziale, ottenuta al Coni che ha ridato i 15 punti in classifica hanno via via lasciato spazio ad un clima più sommesso.

Da una parte la bruciante sconfitta all’ultimo respiro col Napoli, terza di fila, dall’altra orizzonti non proprio sereni sui vari fronti processuali. E ora ci si mette anche la Uefa che potrebbe tagliare fuori il club bianconero dalle coppe per la prossima stagione o future annate.

Inchiesta Juve: si muove la Uefa, giustizia italiana lenta

Troppo lenta la giustizia sportiva italiana, la Uefa rompe gli indugi. Questa è la fotografia scattata stamattina dalla Gazzetta dello Sport che ha sottolineato come il maggior organo europeo stia monitorando, molto ma molto da vicino la situazione giudiziaria della Juve. Soprattutto ci sono delle scadenze che incombono e che vanno oltre anche le tempistiche e i “palleggi” della giustizia sportiva italiana incagliata ancora sul giudizio del primo filone processuale sui bianconeri, quello delle plusvalenze, con il Collegio di Garanzia del Coni che ha accolto il ricorso della Juventus ma ha di fatto rimandato la decisione ad un nuovo processo della Procura Federlae della FIGC.

E se il calcio italiano può anche permettersi di valutare in itinere se gravare eventuali punizioni su questa stagione o sulla prossima dei bianconeri, la Uefa ha bisogno di certezze e in tempi utili per preparare le liste delle 4 competizioni europee del 2023/2024 e capire se “iscrivere”, qualora ne avesse diritto sul campo, la Juventus oppure punirla con l’esclusione. Da qui l’esigenza da parte della federazione diretta da Ceferin di avere un piano di B che abbia chiara la situazione della Juve, sul fronte fair play finanziario, bilanci e plusvalenze.

Fonte: Ansa

Eurostangata, la Juve rischia l’esclusione dall’Uefa

Gli scenari al momento, così come in Italia, sono diversi, ma hanno un comune denominatore, l’incertezza. Secondo la Gazzetta, l’Uefa non attenderà la giustizia sportiva italiana ma deciderà autonomamente il destino della Juve con la sua inchiesta parallela. Sta acquisendo man mano tutti i documenti delle inchieste, della giustizia ordinaria e sportiva italiane. Bisogna solo capire quale sarà il destino della Juve, in Italia e in Europa.

Se da una parte il Coni ha annullato la prima sentenza della Procura Federale, è altrettanto vero che ha sia rinviato ad un secondo processo, che potrebbe portare una nuova condanna e nuova penalizzazione, sia confermato la condanna per alcuni esponenti di spicco del vecchio board, a cominciare dall’ex presidente Andrea Agnelli. La Uefa verificherà poi che la Juve non abbia alterato i bilanci e la documentazione presentata per patteggiare sul Fair Play finanziario. Se l’inchiesta dovesse dimostrare che le cifre comunicate sono false, il patteggiamento non sarebbe stato concesso. O forse non a quelle condizioni. Un duro colpo per la Juve che ora trema anche in ottica Uefa. Questo potrebbe bastare per essere punita con l’esclusione dalle prossime coppe, almeno per una stagione.

Juve fuori dalle coppe, se e quando: dipende anche dalla squadra di Allegri

Ancora difficile fare previsioni ma in caso di dura condanna, in Italia e in Europa, molto dipenderà anche dai risultati della Juventus di Allegri da qui a fine stagione. Vincere l’Europa League, la Coppa Italia o arrivare tra le prime 7 in campionato (cosa non facile considerando una possibile nuova penalizzazione da 6 a 9 punti) potrebbe comunque comportare l’esclusione da parte della Uefa per una stagione, che sarebbe necessariamente la prossima a cui la Juve non parteciperebbe, nemmeno come detentrice (della EL in Champions, della Coppa Italia in EL).

Gli scenari del processo Juve dopo la sentenza dal Coni

A questo punto bisogna attendere di leggere le motivazioni della sentenza da parte del Collegio di Garanzia del Coni che ha accolto il ricorso della Juve rinviando la questione ad un nuovo processo. Il Collegio ha 30 giorni per pubblicare le motivazioni della sentenza. Dal momento della pubblicazione, la Figc dovrà entro 15 giorni fissare la data della nuova udienza alla Corte d’Appello Federale.

Fonte: Ansa

La Juve trema ancora: il rischio penalizzazione è concreto

Tralasciando al momento gli altri filoni, sportivi e giudiziari, derivati dall’inchiesta Prisma, sulla questione plusvalenze, in attesa di conoscere le motivazioni della Corte del Coni va sicuramente letta in duplice modalità. Il rischio per la Juventus c’è ancora: una nuova penalizzazione, più dolce. Ma a questo punto difficile, sempre più difficile, fare previsioni. Il rischio di una nuova penalizzazione per il club bianconero resta, nella peggiore delle ipotesi potrebbe arrivare un -6 o un -9 secondo “voci di corridoio”. Non a caso nella sentenza del Coni i giudici non hanno accolto tutti i punti dei diversi ricorsi dei bianconeri, a cominciare da quelli sui personaggi di spicco del vecchio board, l’ex presidente Andrea Agnelli, i dirigenti Fabio Paratici, Federico Cherubini e Maurizio Arrivabene.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Napoli
Inter - Atalanta
SERIE B:
Venezia - Cittadella
Pisa - Modena

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...