Virgilio Sport

Inter, i debiti di Zhang crescono: 13 miliardi di dollari persi in due anni

Suning sempre più in rosso, difficile che possa continuare a investire nel club nerazzurro: la frase di Marotta

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

C’è stato un passaggio della lunga intervista rilasciata ieri da Beppe Marotta a Radio anch’io sport che ha fatto sussultare i tifosi dell’Inter. Oltre a parlare del rinnovo di Dzeko, della rimonta targata Inzaghi e a smentire che l’acquisto di Ronaldo fosse alla base del suo divorzio dalla Juventus, il dg nerazzurro ha liquidato con una sola frase la domanda su Zhang: “Bisogna dare molto rispetto alla famiglia Zhang, ha dato tanto all’Inter”. Una frase al passato, che lascia aperto ancora una volta il futuro di Suning all’Inter.

Inter, Zhang ha perso 13 miliardi di dollari dal 2020

Quando acquistò l’Inter, Zhang era al nono posto nella classifica degli uomini più ricchi della Cina, oggi è crollato al 514esimo. Dal 2020 sono evaporati fior di quattrini. Lo la “Hurun Rich List”, cioè la classifica degli uomini più ricchi della Cina. Un calo di quasi 500 posizioni, ma soprattutto la perdita di ben 13 miliardi di dollari del proprio patrimonio personale nello spazio di soli due anni.

Jindong Zhang nel 2020, infatti, si trovava in 40esima posizione, con un patrimonio di 15 miliardi, ora si trova in 514esima posizione e può contare solo su 1,7 miliardi di dollari. Numeri che spiegano una volta di più come, da parte della famiglia Zhang, non ci sia più né disponibilità né possibilità per sostenere direttamente l’Inter, al di là delle recenti manifestazioni di interesse a restare in sella.

Inter, Zhang legato al rifinanziamento di Oaktree

Gli ultimi versamenti nella casse dell’Inter sono arrivati attraverso il prestito di 275 milioni di euro di OakTree, per il quale ora il figlio di Jindong, Steven, sta cercando di ottenere un rifinanziamento in attesa che si concretizzi la ricerca di nuovi soci o l’arrivo di un acquirente.

Inter, i tifosi danno il foglio di via a Zhang

Fioccano le reazioni sui social: “Zhang grazie di tutto. Fino al 2020. Ora però bisogna che le nostre strade si dividano. Occorre che tu ti possa concentrare sui tuoi affari. Molto bisognosi di cure . Noi non siamo più tenuti a seguire con ansia i tuoi voli pindarici finanziari. In picchiata”, oppure: “Fino a 2 anni e mezzo fa alla famiglia Zhang gli si poteva rimproverare poco o nulla. Pur facendo soprattutto all’inizio degli errori di mercato aveva garantito grande tranquillità alla società Inter Se non cambia la situazione nel loro paese sono OBBLIGATI a cedere le quote”

C’è chi scrive: “Non si vive di ricordi. L’attuale proprietà ha smesso di sostenere finanziariamente l’Inter da anni, aumentando i debiti e soffocandoci di interessi passivi Avrebbero dovuto vendere quando si sono trovati nell’impossibilità economica e politica di garantire degna continuità” o anche: “Marotta che nell’ennesima intervista, all’ennesima domanda sulla proprietà, risponde per l’ennesima volta con una sorta di commiato alla famiglia Zhang.. qualcosa vorrà pur dire”

Il web è scatenato: “C’è ancora chi ha coraggio di sostenere e giustificare Suning? Devono metterci un tasso d’interesse al 20% su un debito da altri 300 milioni per farvi aprire gli occhi?” oppure: “Ma non erano quelli che dovevano schiacciare tutti?” e infine: “Praticamente da quando si è impoverito abbiamo iniziato ad alzare trofei, speriamo continui allora”.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...