Virgilio Sport

Inter-Juve, Ceccarini su esclusione Orsato: la polemica dell’arbitro del contatto Iuliano-Ronaldo

Da Ronaldo-Iuliano a Pjanic: la storia di Inter-Juve è stata costellata di polemiche. Ne è tornato a parlare Ceccarini che fu protagonista di quella controversa serata dell'aprile del 1998.

Pubblicato:

Alessio Raicaldo

Alessio Raicaldo

Sport Specialist

Un figlio che si chiama Diego e la tesi di laurea sugli stadi di proprietà in Italia. Il calcio quale filo conduttore irrinunciabile tra passione e professione. Per Virgilio Sport indaga, approfondisce e scandaglia l'universo mondo dello sport per antonomasia

Inter-Juventus si accompagna da sempre ad una marea di polemiche. Moltissime di queste hanno riguardato l’arbitraggio di Piero Ceccarini in un famosissimo derby d’Italia del 26 aprile 1998. Per chi non avesse capito, difficile, è proprio quella del contatto Ronaldo-Iuliano anche ancora oggi fa discutere. Ebbene, l’ex fischietto livornese ha voluto dire la sua sul prossimo scontro diretto per lo scudetto tra le due contendenti bocciando la scelta di Gianluca Rocchi di non designare Daniele Orsato.

Ceccarini boccia la scelta di Rocchi

Siamo all’assurdo – è il commento di un adirato Piero Ceccarini intervistato dalla Repubblica- . Sono passati sei anni dall’episodio Pjanic- Rafinha e da allora Orsato non ha più arbitrato una partita fra Inter e Juventus. Ma come si fa? Io l’anno dopo, nonostante la bufera, arbitrai l’Inter in partite importanti. Evidentemente da questo punto di vista siamo addirittura tornati indietro. Orsato è il miglior direttore di gara italiano, uno dei migliori al mondo, possibile che non ci sia un modo per affidargli Inter-Juve?“.

Ronaldo-Iuliano: era fallo per la Juve

Chissà come prenderanno queste parole dal mondo Inter. L’ex fischietto livornese, oggi 70enne, non è mai stato perdonato dall’universo nerazzurro per l’episodio del mancato rigore concesso per il presunto fallo dello juventino Iuliano su Ronaldo. Ancora adesso, però, l’ex direttore di gara ribadisce la bontà di quella scelta: “L’ho già detto tante volte: il difensore era fermo e l’attaccante si muoveva. Ho un rimpianto: se avessi fischiato fallo in attacco, l’azione non sarebbe ripartita e non ci sarebbero state tante polemiche. Invece mi trovai in mezzo al vortice, per mesi“.

La vita di Ceccarini dopo quell’episodio

Dopo quella serata la vita di Ceccarini cambiò: “Fu dura, per me e per la mia famiglia – racconta con un velo d’amarezza l’arbitro -. Io, i miei figli e mia moglie subimmo insulti e disprezzo, senza ragione. Col senno di poi, quell’episodio danneggiò la mia carriera dopo il ritiro“. Ancora oggi se ne parla, sebbene il mancato secondo giallo di Pjanic abbia aggiornato l’elenco facendo virare le mire nerazzurre su Orsato. Il destino di Inter-Juve è questo. La speranza, però, è che domenica i protagonisti siano solo i calciatori in campo.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...