,,
Virgilio Sport SPORT

Juve-Roma, la decisione su Orsato spacca: retroscena sui test

L'arbitro Daniele Orsato ha creato un caso con la sua direzione di gara durante Juve-Roma: ecco l'emergere di nuove accuse al fischietto sul tema regolamento

19-10-2021 11:09

Non si è esaurita così, la potenza prorompente dell’arbitraggio di Juve-Roma di Daniele Orsato – internazionale di Schio e tra i più stimati fischietti del nostro campionato – con una decisione che non reca torto a nessuno degli attori in causa. Nessuno stop vero per Orsato, il quale sarà regolarmente al suo posto anche nel prossimo turno di campionato. Chi doveva decidere ha deciso: i vertici dell’AIA non hanno voluto indugiare ma non hanno ritenuto gli errori di valutazione del fischietto così determinanti da imporre una giornata o più di riflessione. Una valutazione che ha diviso e destato nuove riflessioni e l’emergere di un retroscena.

Juve-Roma: Orsato divide i tifosi e non solo

Per dirla bene, la valutazione dei vertici arbitrali è stata questa: la Roma è stata danneggiata domenica sera, ma la prestazione di uno dei migliori arbitri italiano non è da censurare in blocco. Quando per episodio da attenzionare si parla di quel rigore di Szczesny su Mkhitaryan, con la mancata concessione del vantaggio e sugli sviluppi dell’azione Abraham segnerà il gol dell’1-1, poi non convalidato. Una situazione complicata, a dir poco, soprattutto nel mentre.

Ovviamente le tifoserie sono spaccate e non solo. I romanisti si sarebbero aspettati una reazione proporzionata a quella di Josè Mourinho: secondo i tifosi giallorossi la palla non sarebbe stata toccata da Mkhitaryan ma piuttosto dalla spalla di Locatelli e anche se il tocco di mano fosse quello del romanista, sarebbe involontario, il che con le nuove regole avrebbe dovuto portare all’applicazione del vantaggio. Ergo alla convalida della rete. Un turbinio di voci e proteste su radio e tv romane anche per altri episodi controversi come il mani di Cuadrado, la presenza di Chiellini in area sul rigore di Veretout per citare quelli più gettonati.

La scelta della Roma dopo la partita con la Juve

Invece la società ha scelto il profilo basso, come poi predilige la nuova proprietà che non ama il clamore: per ora il dossier degli errori arbitrali a discapito della Roma è un’idea, quasi un ideale piuttosto e anche la protesta contro l’operato di Orsato è, nonostante tutto, modesta malgrado gli stessi giocatori sembra si siano risentiti per questa civile presa di posizione senza conseguenze e impatti clamorosi. Certo, il fastidio ai vertici della classifica è riferito dalle testate romane e non è incomprensibile, anche se questa nuova Roma avrebbe bisogno di infilare risultati incoraggianti.

Una parte della critica e degli addetti ai lavori, difende l’operato dell’arbitro internazionale come Massimo Mauro, ad esempio, a prescindere dagli sbagli di Juve-Roma.

Il caso Orsato: il retroscena sui test

C’è anche, a onor di cronaca, chi reputa Orsato ormai un direttore di gara inadatto a arbitrare simili partite: così anche per lui ci sarebbe un retroscena che il Corriere dello Sport menziona con riferimento ai corsi post pandemia. Secondo quanto sottolinea con una certa precisione il quotidiano sportivo, Orsato non avrebbe confidenza con il regolamento.

“Ma d’altro canto, Orsato – che fu beccato a copiare i test regolamentari nel raduno post-pandemia – col regolamento qualche problema, ogni tanto, ce l’ha…”, si legge sul Corsport.

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...