Virgilio Sport

Juventus, Allegri e la grande scommessa: vincere a mercato zero e rinnovare

Il tecnico vuole realizzare l'impresa di vincere lo scudetto con una squadra di giovani e senza stelle per poi firmare il prolungamento di contratto

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

Per mesi ha ripetuto come un mantra che l’obiettivo della Juve era il quarto posto, sottolineando sempre che Inter, Napoli e Milan erano più attrezzate, e che si lottava per rientrare in quella Champions fondamentale per i bilanci del club. Col passar delle partite Allegri ha cambiato il tiro, del resto non sarebbe stato credibile, ma non ha mai smesso di ricordare che l’Inter è la favorita e che la Juve pensa a migliorarsi partita dopo partita senza alcun obbligo di vittoria. La verità è che però Allegri allo scudetto ci crede e vuol centrare quello che sarebbe il capolavoro della sua carriera.

Juve senza mercato, la scommessa di Allegri

Rispetto all’anno scorso sono stati ceduti i senatori come Di Maria, Paredes e Cuadrado, in estate è arrivato un giovane promettente come Weah, che però è una riserva, mentre contestualmente Allegri perdeva prima Pogba per doping e poi Fagioli per la vicenda scommesse. Il tecnico bianconero non si è demoralizzato e nonostante i problemi di Chiesa, che ha saltato tante partite già, di Vlahovic – che solo di recente si è ripreso dopo il black out di inizio stagione, e di un centrocampo oggettivamente depotenziato è andato avanti per la sua strada.

Allegri vince con la difesa e con i giovani

Da un lato Allegri ha blindato sempre più la difesa, arrivando a 5 clean-sheet di fila, dall’altro ha dato sempre più fiducia ai giovani, fino a trovare in Yildiz il diamante grezzo che mancava. La sua scommessa è chiara: vincere senza gli acquisti cui la Juve è sempre stata abituata e nell’anno dei conti da rimettere a posto tornare davanti a tutti.

Djalò e Alcaraz gli innesti invernali

Così quando Giuntoli gli ripeteva quale centrocampista volesse, in previsione di qualche forfait in mezzo al campo, Allegri ripeteva: “11 da mettere in campo li trovo sempre”. Due nuovi però sono arrivati, ovvero Tiago Dialó e Alcaraz nonostante le difficoltà economiche e i limiti imposti dall’indice di liquidità. E anche con il loro apporto Allegri spera di sbaragliare tutti e vincere lo scudetto più sofferto ma anche più bello.

Si pensa al rinnovo di Allegri fino al 2026

La Juve – e qui sta la novità, come sottolinea la Gazzetta – vuole costruire una squadra di livello europeo, giovane e intraprendente con Max — che ha il contratto in scadenza nel 2025 — ancora al timone. Da stasera alle 20, quando chiuderà il mercato invernale, si comincerà a lavorare sul futuro, con alcuni nomi già nel mirino: Teun Koopmeiners, Riccardo Calafiori e occhio sempre a Georgiy Sudakov. Difficile che la Juventus inizi il 2024-25 con un allenatore che ha il contratto in scadenza, di sicuro Allegri si siederà a un eventuale tavolo di trattativa per il rinnovo con più forza rispetto a un’estate fa.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...