Virgilio Sport

La Juve fa gli auguri ad Andrea Agnelli e difende i successi. Deloitte fa rilievi sul bilancio

Il 6 dicembre il presidente uscente compie 47 anni: in una nota la difesa dei risultati e delle scelte di questi anni alla guida del club, che replica a Deloitte e ai rilievi

06-12-2022 10:35

Un compleanno decisamente anomalo, il numero 47 per Andrea Agnelli, presidente uscente della Juventus al centro di un’inchiesta, condotta dalla Procura di Torino, che sta progressivamente lasciando emergere incongruenze profonde sull’operato del club in merito a plusvalenze e manovre stipendi. Due distinti filoni, intrecciati e profondamente legati comunque che hanno indotto – con simili presupposti – sia Agnelli sia il CdA alle dimissioni in blocco.

Andrea Agnelli, il comunicato della Juventus per i 47 anni

In questa giornata la società ha comunque pubblicato un comunicato, come di consueto, per dedicare al presidente che ha appena varcato la soglia della porta una dedica speciale, resa ancora più straordinaria se non anomala in questo frangente:

“Tanto si è detto e si dirà, noi vogliamo dirti grazie. Si rischia di perdere di vista le pagine di storia, quella dal 2010 in poi che ha scritto un’era senza precedenti. Tutto questo è possibile se c’è una visione chiara, netta e precisa che Andrea Agnelli ha sempre avuto”, uno dei passaggi chiave della nota.

Agnelli, dimissionario come tutto il CdA Juve in seguito all’inchiesta Prisma appunto, verrà sostituito da Gianluca Ferrero, figura di alto profilo tecnico e che gode della fiducia di John Elkann (a sua volta al centro di indiscrezioni) a partire dal prossimo 18 gennaio.

Fonte: ANSA

I successi della Juventus di Agnelli: il passaggio chiave della nota

Il testo del comunicato, dedicato ai 47 anni di Andrea Agnelli, è un elogio dei successi raggiunti in qualità di presidente della società:

“Oggi è il compleanno del nostro Presidente, Andrea Agnelli. Non è un giorno come gli altri, non in un momento come gli altri. Tanto si è scritto, tanto si è detto, tanto si dirà ancora: quello che vogliamo dire oggi noi, gente della Juve, per mutuare un termine caro ad Andrea, è semplicemente: Grazie. Mentre si sfogliano le pagine dei giornali, si rischia di perdere di vista altre pagine: quelle dei libri di storia. Una storia che lega da quasi un secolo il nostro club a una famiglia; decenni nei quali la Juventus è diventata leggenda, per poi consolidarla ancora, dal 2010 in poi, grazie a un’era senza precedenti, in campo e fuori. Tutto questo è possibile se alla base c’è una visione. Chiara, netta, precisa. Andrea Agnelli quella visione non ha soltanto dimostrato sempre di averla ma ne ha fatto una cifra distintiva, prendendo per mano la Juventus verso un orizzonte fino a poco tempo prima impensabile. In campo, e basta scorrere un palmarès troppo lungo per non rischiare di dimenticare qualcosa, e fuori”.

Oltre ai contenuti meramente sportivi, nel lungo elenco senza riferimenti troppo specifici si fa riferimento a quel che riguarda il nuovo impianto della Continassa, la visione, l’ampliamento della società allargata al campo femminile, come ha sottolineato in un suo post Sara Gama.

“Tutto quello che oggi è sotto i nostri occhi, e dopo qualche anno appare quasi “normale”, come ad esempio una nuova identità visiva, come nuove e moderne infrastrutture, come lo sguardo a mondi “altri” dal calcio, come progetti sportivi mai visti prima in Italia, è frutto di quella visione. Una visione che aveva – e ha – la spinta al futuro come suo tratto distintivo. Perché, per usare un altro concetto caro ad Andrea, dopo una vittoria si comincia già a pensare alla prossima. Non disperderemo questa lezione: è il modo migliore per augurare buon compleanno al nostro Presidente”.

Deloitte: rilievi su bilancio, Juve non condivide

Intanto, nella prima mattinata di martedì 6 dicembre, un lancio di agenzia Radiocor ha annunciato che i revisori di Deloitte hanno esaminato il bilancio al 30 giugno 2022 della Juventus, emettendo un “giudizio con rilievi”.

In particolare, gli esperti scrivono che il bilancio ‘fornisce una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria del gruppo al 30 giugno 2022’, ma ‘ad eccezione degli effetti di quanto descritto nel paragrafo ‘Manovre sui compensi del personale tesserato relative alle stagioni sportive 2019/20 e 2020/2021’ e dei possibili effetti di quanto descritto nel paragrafo ‘Rapporti con altra squadra di calcio”.

Il club bianconero, da parte sua, nota invece che ‘i rilievi della società di revisione si basano su interpretazioni e applicazioni di regole contabili e giudizi e valutazioni che Juventus non condivide, anche tenuto conto degli ulteriori approfondimenti di natura legale e contabile svolti dalla società sulla base di pareri rilasciati da esperti indipendenti’. La Juventus ‘continuerà a collaborare e cooperare con le autorità di vigilanza e di settore, impregiudicata la tutela dei propri diritti in relazione alle contestazioni mosse contro i bilanci e i comunicati della società dalla Consob e dalla Procura’.

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...