Virgilio Sport

Juventus, le parole di Christillin sul mercato gelano i tifosi: esplode la polemica social

Dopo aver escluso il suo coinvolgimento nei nuovi quadri dirigenziali bianconeri, la manager analizza il mercato e le prospettive della nuova Juventus

02-01-2023 11:44

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Ufficialmente nella Juventus non ha mai ricoperto ruoli nè ne ricoprirà nonostante le voci che la volevano tra i volti nuovi della dirigenza bianconera (“Per carità, ne sarei onorata, ma non è una cosa assolutamente praticabile, in nessun modo”) ma quando parla Evelina Christillin tutti sanno che non è solo una semplice tifosa che dà la sua opinione. Il membro aggiuntivo della UEFA nel Consiglio della Fifa, che da piccola fu compagna di scuola di Margherita Agnelli, è sempre stata la voce di dentro del club ed è per questo che le parole da lei dette a Radio anch’io sport fanno rumore.

Juve, Christillin approva scelta del nuovo Cda

La Christillin parte dalle decisioni di John Elkann: “È giustissimo quello che ha fatto la proprietà, azzerando quelli che erano i problemi legati alla gestione finanziaria problematica. Anche il CdA, come avete visto, è molto snello con cinque persone di super professionisti nel campo legale-commercialistico-finanziario. Prima di tutto è giusto che la proprietà rimetta a posto i conti, è l’obiettivo primario”.

Juve, per la Christillin nessun acquisto e qualche cessione

Poi affonda il colpo: “Per questo motivo non credo ci sarà un gran mercato, o saranno parametri zero o non si può spendere. I giovani? Non è solo una cosa positiva ma è anche una necessità. Non solo non si potrà comprare, ma temo bisognerà anche vendere“.

“Il progetto lasciato completamente nelle mani di Allegri sarà al risparmio: bisognerà fare fuoco con la legna che si ha, che è una buona legna, ancora un po’ verde, ma legna”.

Juve, le parole della Christillin scatenano il panico

Fioccano le reazioni sui social: “Gli ingaggi da 6-7 milioni non sono più sostenibili. E diventa interesse reciproco, di società e calciatori, procedere a cessioni o divorzi consensuali. Anche nel caso, non certissimo, che la Juventus continui a giocare in serie A e a dispetto delle favole raccontate dai media” oppure: “Per i prossimi anni saranno come le loro succursali Sassuolo, Genoa, ecc”

C’è chi scrive: “Ma chi è questa? Perché parla? A nome di chi?? Ci manca solo che diventi il presidente della juve.. a sto punto tanto vale eleggere la Leotta” e poi: “Più che vendere si farà partire chi guadagna troppo. Rabiot, Sandro, Cuadrado (se non si adeguano). Solo con questi 3 risparmi quasi 40 mill lordi. Da vendere escluso Vlahovic non è che ci sia tanto”

Il web è scatenato: “il secondo aumento di capitali è servito per pagare parte die debiti. adesso bisogna anche uscire dalla borsa… serve una mega dieta dimagrante. per anni hanno speso troppo rispetto a quello che potevano…, serve ripianare . punto” e infine: “Povera Juve, questa incapace poltroniera parla come se fosse un dirigente, via via questo pattume, ogni volta che parla, viene un travaso di bile”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...