Virgilio Sport

Juventus: Marelli spiega il caso-Gatti e la prova tv non utilizzata

L'ex arbitro rivela cosa è cambiato negli anni e in quali circostanze è stata comminata una squalifica e dice perché è contrario ad abolire la regola

01-11-2023 14:45

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Quella gomitata di Gatti a Djuric in Juventus-Verona l’hanno vista tutti. Possibile che il giocatore bianconero non sia stato squalificato con la prova tv? Possibile perché proprio perché l’avevano vista tutti l’aveva vista anche l’arbitro Feliciani, da qui l’impossibilità del Giudice Sportivo di apportare provvedimenti. Partendo da qui Luca Marelli su Facebook fa un excursus sulla prova tv e chiarisce alcuni aspetti.

La prova tv viene usata sempre meno

Marelli fa notare che la prova tv viene richiesta sempre meno e, sostanzialmente, viene applicata solo in caso di espressioni blasfeme sfuggite completamente all’attenzione degli arbitri mentre è stata chiesta in alcune circostanze anche per episodi avvenuti in campo, a volte è stata anche accolta dal Giudice Sportivo ma non ha mai portato a squalifiche.

Spiega l’esperto di Dazn: “Il motivo è stato ribadito anche ieri (vicenda Gatti): nel caso di episodio avvenuto sul terreno di gioco, un’eventuale sanzione disciplinare del Giudice Sportivo significherebbe intervenire direttamente nel campo degli ufficiali di gara, sostituendosi agli stessi dal punto di vista tecnico. Ecco perché, oggi come in passato, il Giudice Sportivo, prima di decidere su un determinato avvenimento, chiede agli arbitri l’invio di un supplemento di rapporto da inoltrare direttamente al suo ufficio, con lo scopo di chiarire un determinato episodio. La differenza è che oggi si comunica con mail, ai tempi veniva richiesto di inoltrare il supplemento con un fax

Marelli fa chiarezza sul caso-Gatti

Sul caso Gatti Marelli spiega come è andata: “Prendiamo come esempio il contatto Gatti/Djuric: il Giudice Sportivo ha interpellato l’arbitro chiedendogli di chiarire il motivo della valutazione in campo. L’arbitro Feliciani ha risposto di aver visto direttamente il contatto e di averlo ritenuto nei limiti, tanto da fischiare semplicemente un fallo. Nel caso in cui l’arbitro avesse scritto “è un episodio che mi è sfuggito”, allora il Giudice Sportivo avrebbe chiesto un supplemento di rapporto al VAR della partita. Solo nel caso in cui anche il VAR avesse scritto “l’episodio non è stato oggetto di check”, allora il Giudice Sportivo sarebbe entrato nella questione tecnica”

Dato che, al contrario, l’arbitro stesso ha scritto di aver visto e valutato in campo quanto accaduto, il Giudice Sportivo ha deciso di non procedere oltre poiché non è di sua competenza correggere una decisione arbitrale (prerogativa degli organi tecnici). In sostanza la prova tv per fatti accaduti sul terreno di gioco non esiste più. Probabilmente per ritrovare l’ultimo calciatore sanzionato con questo strumento dobbiamo risalire fino a prima dell’avvento del VAR.

Per Marelli sbagliato eliminare la prova tv

Qualcuno ipotizza di eliminare completamente l’ipotesi della prova tv. Non accadrà: il Codice di Giustizia Sportiva non vale solo per serie A o serie B (categorie nelle quali è utilizzato il VAR) ma per tutto il calcio, dalla Serie A fino agli esordienti provinciali. Se, da un lato, la prova tv per Serie A e Serie B è ormai marginalizzata dalla presenza della tecnologia, la stessa prova tv ha ancora un alto valore per le categorie inferiori – conclude l’ex arbitro comasco – in partite che spesso sono riprese da televisioni nazionali (vale per la Serie C) o locali (in alcune zone d’Italia vengono trasmesse anche gare di seconda o terza categoria)..

Juventus: Marelli spiega il caso-Gatti e la prova tv non utilizzata Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...