Virgilio Sport

Juventus-Napoli, la crescita di Gatti e il declino di Rrahmani: così si spiega la differenza tra le due difese

In attesa del big match di venerdì tra Juventus e Napoli, analizziamo il rendimento delle difese delle due squadre a partire da due loro protagonisti: Gatti e Rrahmani

08-12-2023 17:26

Matteo Morace

Matteo Morace

Live Sport Specialist

La multimedialità quale approccio personale e professionale. Ama raccontare lo sport focalizzando ogni attenzione sul tempo reale: la verità della dirette non sono opinioni ma fatti

Venerdì 8 dicembre alle 20:45 andrà in scena il big match tra Juventus e Napoli, una sfida mai banale tra due squadre da sempre grandi rivali. Si tratta anche di una partita che mette di fronte due squadre il qui rendimento è radicalmente cambiato, uno in meglio, l’altro in peggio, se confrontato con l’anno passato.

Un rendimento che passa anche dalla difesa, dove nel Napoli uno dei protagonisti dello scorso scudetto, Amir Rrahmani, non sta mantenendo le aspettative, mentre la Juventus sta scoprendo il vero Federico Gatti, diventato titolare inamovibile tra i tre dietro.

La grossa differenza in difesa

La Juventus, seconda forza del campionato a -2 dall’Inter, deve gran parte degli ottimi risultati di questa stagione a una solidità difensiva finalmente ritrovata. Una solidità che ricorda quasi quella della BBC composta da Leonardo Bonucci, Andrea Barzagli e Giorgio Chiellini.

Se i bianconeri continuano ad avere qualche problema nella costruzione del gioco offensivo, hanno il 6° attacco della Serie A, la stessa cosa non si può dire della difesa, che con sole 9 reti subite in quattordici giornate risulta essere la seconda migliore del campionato dietro a quella dell’Inter, il tutto nonostante i vari infortuni.

Al contrario il Napoli sta avendo molte difficoltà proprio nel reparto arretrato, che ha subito fin qui la bellezza di 17 reti, l’anno scorso ne aveva subite 28 in tutto il campionato, che la rendono la decima peggiore della Serie A al pari della Roma. Un calo che spiega in parte la disparità in classifica con la passata stagione.

La crescita di Gatti

Arrivato a inizio della passata stagione come riserva, quest’anno Federico Gatti si è ritagliato il ruolo da titolare nella retroguardia a tre della Juventus. L’ex Frosinone è sceso in campo in 12 occasioni, di cui 11 da titolare, saltando solo le prime due partite della stagione, dopo che l’anno scorso aveva raccolto solamente 18 presenze.

Bravo Massimiliano Allegri a concedergli una stagione di ambientamento perché il salto dalla Serie B alla Serie A non è affatto dei più semplici. Ma ancora più bravo Gatti a scalare le gerarchie e a diventare un elemento imprescindibile di questa squadra. La sua cattiveria agonistica, la sue chiusure e anche i suoi gol pesanti, come quello del week end scorso contro il Monza, sono fondamentali in questa Juventus, che spesso e volentieri si ritrova a soffrire durante le partite vista la maggior fatica a segnare per chiuderle.

Il crollo di Rrahmani

Per quanto riguarda invece Amir Rrahmani si può fare un po’ il discorso inverso. Tra i protagonisti della passata stagione culminata nella conquista del terzo scudetto della storia del Napoli, il difensore albanese quest’anno non sta mantenendo le aspettative. Sempre titolare tranne nelle partite in cui è stato infortunato, Rrahmani appare come la controfigura del roccioso difensore che l’anno scorso, in coppia con Kim, aveva fatto le fortune dei partenopei.

Forse la differenza la sta facendo proprio l’assenza di Kim, autentico leader della difesa, e non solo, del Napoli dell’anno scorso e non a caso finito a giocare per una delle squadre migliori d’Europa, il Bayern Monaco. Rrahmani non è riuscito a colmare il vuoto, sia tattico che carismatico, lasciato dal difensore sudcoreano come non ci è riuscito nemmeno il nuovo arrivato Natan, che sembra necessitare di ancora qualche tempo per comprendere al meglio il funzionamento di un campionato completamente diverso da quello brasiliano come la Serie A.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...