,,
Virgilio Sport SPORT

Spopola il 'Sarri out', ma l'allenatore della Juventus non pare dell'idea

I social ribollono dopo l'eliminazione dei bianconeri dalla Champions League.

Inferocito, stravolto e deluso, sì. Preoccupato per il futuro, almeno a parole, no. Maurizio Sarri si presenta scurissimo in volto al termine della partita più importante della carriera.

La vittoria sul Lione è stata beffarda, perché non basta per accedere ai quarti di finale di Champions League, dove la Juventus avrebbe affrontato il Manchester City. Fuori al primo ostacolo ad eliminazione diretta, all’interno di una stagione difficile da decifrare con la gara di andata giocata cinque mesi fa. Ma il verdetto del campo è inappellabile, come lo sarà quello della dirigenza che, come anticipato dal presidente Andrea Agnelli, valuterà il destino di Sarri “dopo qualche giorno di riflessione”.

Intanto, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, l’ex allenatore del Napoli va controcorrente, esaltando la prova della squadra: “Mi aspettavo meno, abbiamo fatto una grande partita questa sera. Il rigore ci poteva mandare fuori di testa, invece abbiamo rimontato e abbiamo avuto la palla del 3-1: se non fossi devastato moralmente sarei contento della gara. Siamo usciti per il primo tempo di Lione, questo è il regolamento e ci dispiace tantissimo, ma per la prestazione di stasera abbiamo tirato fuori energie che non c’erano”. 

La partita è stata condizionata dal precoce infortunio di Dybala, entrato a venti minuti dalla fine nonostante le precarie condizioni e rimasto in campo solo 13 minuti: “Se non facevo Dybala mi chiedevate perché non avevo rischiato Dybala – ha reagito Sarri – Era un rischio, qualcosa da dover fare anche perché Cuadrado aveva un problemino al flessore. Per quello è uscito. Avere Dybala sano e Douglas nel finale ci avrebbe dato qualcosa in più”. 

Inevitabili le domande sul futuro. Sarri fa muro: “Non penso che dirigenti di altissimo livello prendano decisioni per una partita. Ho un contratto e mi aspetto di rispettarlo. Nei prossimi giorni ci saranno degli incontri, ognuno dirà la sua”. 

Nelle ore immediatamente successive alla fine della partita, però, l’hashtag #sarriout ha scalato la classifica dei trend topic di Twitter. Il popolo juventino, già schierato contro l’allenatore dall’inizio del suo mandato, e non persuaso a cambiare idea dall’andamento della stagione nonostante la conquista dello scudetto, non ha dubbi e invoca l’esonero dell’allenatore.

Il ritorno di Max Allegri o l’arrivo di Zinedine Zidane sono le soluzioni preferite dai sostenitori bianconeri, che invece nutrono dubbi sulle soluzioni Simone Inzaghi e Mauricio Pochettino.

 

OMNISPORT | 08-08-2020 08:50

Spopola il 'Sarri out', ma l'allenatore della Juventus non pare dell'idea Fonte: Getty images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...