,,
Virgilio Sport SPORT

L'eredità di Maradona:prima mossa di Jana,pronte Dalma e Giannina

Le sorelle e la famiglia di Diego contro Claudia e Dalma, in un conflitto che potrebbe profilare nuove alleanze e anche sul nodo eredità. Rocio Oliva si schiera contro l'ex moglie

Jana ha fatto il primo passo, quello che si attendeva compisse per reclamare la sua parte di beni e che verrà a breve seguito dalle sorelle Dalma e Giannina, entrambe nate dall’unione di Diego con Claudia Villafane. Un fatto a cui il quotidiano argentino Clarin dedica un articolo.

Incomincia la lotta per l’eredità di Maradona

La moglie amata e con la quale i contrasti non sono mai stati privati, ma inevitabilmente pubblici in un continuum che ha attraversato le vite di entrambi, nonostante i tradimenti, le accuse, le battaglie legali e anche il nuovo matrimonio di lei, attenta e decisa. Anche nella regia delle esequie di Diego. E nell’allontanare le altre, come Rocio Oliva (tenuta fuori dalla camera ardente alla Casa Rosada) a cui non ha mai perdonato certi comportamenti e a cui attribuisce la responsabilità di non aver vigilato abbastanza su Diego e le sue fragilità, nei loro cinque anni di relazione.

Nella vicenda dell’eredità di Diego, le questioni sono molteplici. Tante, se non troppe. In primis, comprendere quanto e che cosa possedeva effettivamente il Pibe de Oro che, sul conto corrente, vantava appena 100.000 dollari. A fronte di ciò, Maradona possedeva beni immobili a Buenos Aires e non solo, azioni, investimenti controllati e guidati con l’ausilio del suo avvocato, Matias Morla che avrebbe creato una rete di società e curato i suoi rapporti con le aziende e i marchi, come ad esempio la Puma, storico sponsor di Maradona.

Altro nodo è chi ha diritto a questi beni (si narra anche di un carrarmato): la famiglia di origine di Diego si è già scagliata attraverso Ana contro Dalma e Claudia. I media argentini riportano di una lite alquanto accesa tra lei e Dalma con tanto di epilogo social e la figlia di Maradona e chiama la zia “quella signora”, per acuire la distanza.

Maradona, i figli riconosciuti e quelli illegittimi: la contesa dell’eredità

E fin qui di parla dei figli che portano il suo cognome: pensiamo a quelli su cui ad oggi c’è un dubbio e che non ha riconosciuto in vita el Diez, come i presunti tre figli cubani. In totale, dovrebbe trattarsi di una prole che ammonta a 11 figli, tra adulti e bambini, compreso anche Diego Fernando, avuto da Veronica Ojeda recentemente sentita nell’ambito dell’inchiesta sulla sua morte dai magistrati argentini.

Le ex di Maradona: da Claudia Villafane a Rocio Oliva

Altra questione sono poi le ex di Maradona. Claudia Villafane, madre e padre di Diego, sempre accanto a lui con e nonostante tutto, è stata la prima nota compagna del campione. A Napoli ebbe una relazione con Cristiana Sinagra, da cui nacque Diego Armando jr (riconosciuto dopo una estenuante battaglia legale solo sette anni fa) e si vantava di aver incrociato un numero spropositato di ragazze. Celebre fu anche il presunto flirt con la ballerina americana Heather Parisi, oggi a Hong Kong. Di compagne vere e note, negli anni più recenti possiamo citare poi Veronica Ojeada (madre di Diego Fernando) e Rocio Oliva che ha palesato il proprio dolore e la sofferenza per quanto accaduto durante la camera ardente e i funerali di Diego.

In un confronto acceso, durante il programma Polemica en el bar, Rocio ha chiuso i giochi affermando che la responsabilità è stata di Claudia.

“So chi non mi ha fatto entrare. Sono state Claudia e le sue figlie. Ho un messaggio delle ragazze in cui mi hanno detto che loro stesse hanno deciso che non dovevo entrare. Non vogliono sentirmi raccontare la storia perché la so. Meglio di te. Non prendono decisioni se non si consultano con la madre”.

Una difesa personale che aggiunge un tassello ulteriore a questo quadro, che già profila una autentica e inevitabile guerra in tribunale per quel che lasciato il più grande di sempre, Diego Armando Maradona.

VIRGILIO SPORT | 04-12-2020 10:43

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...