Virgilio Sport

La Juve con Pogba e Chiesa non sarà più virtuale: come cambierà il gioco di Allegri

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, attende con ansia il ritorno di Pogba e di Chiesa per provare un cambio di marcia in campionato ed in Europa

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

La Juventus vuole cambiare marcia, anzi per certi versi più che di una volontà di tratta di un obbligo. L’inizio di stagione della formazione bianconera non era quello che si aspettavano dirigenza e tifosi; dopo la scorsa stagione senza titoli ci si aspettava una squadra in grado di poter essere subito al vertice sia in Italia che in Europa, ma evidentemente non è andata così.

Juventus: Allegri aspetta il ritorno dei big

Per i tifosi quella delle assenze non è una scusante ma è indubbio che la Juventus abbia pagato un dazio pesante a causa degli infortuni dei suoi giocatori principali. L’ultimo in ordine di tempo a fermarsi è stato Bremer che ne avrà per una ventina di giorni e che quindi si potrebbe rivedere direttamente dopo il Mondiale, e solo una settimana fa c’è stato lo stop di Di Maria nel corso del match contro il Maccabi Haifa. Per Allegri diventa dunque cruciale ritrovare la formazione tipo per provare la rimonta in campionato.

Juve: buone notizie sul fronte Pogba

La prima nota lieta della settimana, dopo la vittoria nel derby con il Torino, è il ritorno in gruppo di Paul Pogba. Secondo la Gazzetta dello Sport, il centrocampista francese dovrebbe tornare a lavorare già nella giornata di oggi anche se l’obiettivo è quello di non forzare e di usare la massima cautela per evitare ricadute e complicazioni. Alla Continassa sono però sicuri che il giocatore possa essere convocato per il match di Champions League contro il Benfica in programma il 25 ottobre.

Si avvicina il ritorno in campo di Chiesa

A rientrare in campo per la Juventus ci sarà anche Federico Chiesa che prepara il rientro in campo dopo essersi fermato il 9 gennaio nel match contro la Roma. L’attaccante esterno è sempre stato una risorsa fondamentale per Massimiliano Allegri e prima dello stop era stato anche il miglior giocatore bianconero. Ci si aspetta un rientro graduale con qualche spezzone di gara prima di poterlo utilizzare anche dall’inizio.

Pogba e Chiesa: come cambia la Juve di Allegri

Ora toccherà a Massimiliano Allegri riuscire a integrare al meglio sia Pogba che Chiesa per sfruttare le loro caratteristiche. In particolare l’attaccante esterno ha un skillset unico per la formazione bianconera, ed in particolare la sua propensione al dribbling con i bianconeri che al momento sono ultimi in serie A per dribbling tentati. Nella prima fase di rientro è difficile che il tecnico toscano si allontani molto dal 3-5-2 o dal 4-4-2 che hanno caratterizzato la Juve in questa prima fase di stagione. Ma quando Chiesa avrà ritrovato la forma migliore si potrebbe tornare a vedere anche il 4-3-3 con Chiesa da un lato e uno tra Cuadrado e Kostic dall’altro. Pogba, invece, permette ad Allegri di avere un centrocampo sia più forte fisicamente che con maggiore qualità soprattutto negli ultimi 16 metri, alto tasto dolente di questa prima fase di stagione.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...