Virgilio Sport

La Juve è un pianto ma le lacrime di Fagioli commuovono il popolo bianconero

Il pianto a dirotto di Nicolò Fagioli sostituito da Allegri dopo l'errore che ha portato al gol vittoria di Defrel col Sassuolo è diventato virale, i tifosi della Juventus confortano il loro beniamino

17-04-2023 10:03

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Era già successo a Roma, a Reggio Emilia la scena si è ripetuta e se possibile in maniera ancora più pesante. La Juventus delle ultime due giornate di campionato e la reazione di Nicolò Fagioli sono un po’ lo specchio del momento difficile che stanno vivendo i bianconeri. Il giovane centrocampista bianconero è scoppiato in lacrime e le immagini del suo pianto sono diventate virali sul web commuovendo i tifosi che rivedono in lui la juventinità dei vari Del Piero e Marchisio.

La Juve è un pianto, come quello “vero” di Fagioli

Lazio e Sassuolo sono due sconfitte pesanti per la classifica della Juve, ancor peggio per la prestazione che fa il pari, anzi il tris con la poca brillantezza emersa nel mezzo nell’andata dei quarti di finale di Europa League, vinta sì di corto muso contro lo Sporting Lisbona ma con lunghe pause di gioco e tante parate, al limite del miracoloso, di Szczesny prima e di Perin nel finale.

Pianto Juventus. La “grande” Juve che si era rialzata dalle ceneri della penalizzazione, dei 5 gol presi dal Napoli e dal ko interno col Monza, infilando una serie importante di vittorie facendo credere di poter rimontare la zona Champions anche al netto del -15 inflitto dalla giustizia sportiva, pare avere di nuovo sprofondata nelle difficoltà di inizio stagione. Dopo il corto muso allegriano, ora la Juve pare a corto di fiato e di idee con tanti giocatori in debito di ossigeno tanto da scatenare le ire di Lapo Elkann. Sotto la resa delle ultime gare anche Nicolò Fagioli meno lucido di altre volte in questo ultimo mese.

Il pianto di Fagioli: errori con Lazio e Sassuolo

Fagioli disperato, atto I a Roma. La stessa fotografia a una settimana di distanza. Nicolò Fagioli sbaglia, viene sostituito, si siede in panchina e si dispera. A Reggio Emilia con la variante delle lacrime. Era già successo all’Olimpico nel sabato di Pasqua. La Juve sotto 2-1 contro la Lazio. Nel finale su assist di Chiesa, Fagioli prova la girata al volo da buona posizione, tiro non facilissimo, palla alta sulla traversa. Di lì a poco, Allegri lo toglie, il centrocampista si accomoda in panchina e disperato ripensa all’occasione avuta, mani in faccia, tra i capelli, il tutto sotto lo sguardo delle telecamere che lo cercano.

Fagioli disperato atto II a Reggio Emilia. Col Sassuolo la scena si è ripetuta. Sull’angolo che porta al gol del Sassuolo, la palla arriva proprio tra i piedi di Fagioli che abbastanza solo avrebbe tutto il tempo anche per stoppare e rinviare, invece sceglie di allontanare di prima, al volo, risultato? svirgola il pallone che finisce a Defrel, bravo a girarsi e infilare Perin. Anche qui, Allegri, che forse aveva già in testa il cambio, lo richiama in panchina per mettere Miretti e Chiesa.

Fagioli si siede in panchina e scoppia in lacrime. Questa volta non c’è solo la disperazione ma proprio l’amarezza per aver offerto il fianco al colpo che poi sarà del ko per la Juve. Nicolò appare inconsolabile anche al guru dello spogliatoio bianconero, il terzo portiere Carlo Pinsoglio. Il suo pianto ripreso in diretta, diventa virale.

Allegri consola Fagioli: “Responsabile ma non colpevole”

Nel post partita l’allenatore della Juventus, Max Allegri ha cercato di lenire il dolore di Fagioli durante le varie interviste:

Il pianto di Fagioli? È responsabile. Gli errori li fanno tutti, ma non è colpevole della partita persa. Non siamo stati tutti all’altezza”.

Le lacrime di Fagioli commuovono i tifosi della Juventus

Tutto il popolo bianconero si è stretto intorno a Nicolò Fagioli dopo l’errore e le lacrime di ieri eleggendolo, ma questo già da tempo, a degno erede della juventinità dei vari Boniperti, Del Piero ma soprattutto Marchisio anche per somiglianza di caratteristiche e ruolo: “Fagioli ieri pensa di aver deluso invece mi è venuta voglia di comprarmi la sua maglia” scrive qualcuno, “giocatori che ci mettono il cuore come Fagioli se ne trovano uno su un milione” scrive un altro, e chi si lascia andare: “voglio parlare di questo ragazzo, Fagioli, che come con la Lazio,esce piangendo per un errore che ci è costato almeno un punto,e ne ho visti fare ben di peggio dai suoi compagni,io ne vorrei 11 in campo così, attaccati alla maglia” .

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...