Virgilio Sport

La Juve ha deciso di aspettare Giuntoli, ecco il compito che lo aspetta

La Juventus decisa ad affidare a Cristiano Giuntoli il compito di rifondare la squadra del futuro: il nuovo direttore sportivo dovrà spingere i bianconeri verso un mercato sostenibile anche a costo di scelte difficili

21-05-2023 09:17

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

La Juventus si trova davanti a un bivio. Il caso plusvalenze, con l’udienza in programma nella giornata di domani, e poi quello relativo alla manovra stipendi possono cambiare drasticamente gli scenari bianconeri in vista del futuro. Toccherà quasi sicuramente a Cristiano Giuntoli navigare in questa situazione, provando a cercare la soluzione ai tanti problemi che riguardano la rosa bianconera.

Juventus, in difesa c’è il dubbio Szczesny

La Juventus dovrà rispondere alla domanda: come si fa a rimanere competitivi migliorando sensibilmente il bilancio? Un quesito che riguarda tanti settori del campo a cominciare dalla difesa e più in particolare dal portiere.

I bianconeri infatti potrebbe decidere di rinunciare a Szczesny, il portiere polacco ha tanto mercato e un solo anno di contratto e nonostante un’altra stagione di alto livello potrebbe essere arrivato il momento di monetizzare.

Non ci saranno stravolgimenti in difesa, come sottolinea anche Tuttosport: la conferma di Alex Sandro e Bonucci, la solidità di Bremer e Danilo e la grande crescita di Gatti hanno creato un gruppo dal quale ripartire senza patemi. L’unico addio sarà quello di Juan Cuadrado.

Juventus, Giuntoli alle prese con la grana centrocampo

Situazione decisamente più complicata sulla linea mediana. Adrien Rabiot sembra destinato all’addio, rinnovare il centrocampista francese autore di una stagione super potrebbe essere troppo impegnativo per le casse del club. Le due certezze sono Locatelli e Kostic.

Sicuramente si aspetterà il ritorno di Fagioli che ha confermato di essere un giocatore su cui puntare per il futuro, mentre di più difficile gestione sembra la situazione di Pogba che, in questa stagione, non è stato un fattore. Ai saluti anche Paredes che non ha convinto la dirigenza bianconera.

Juventus, le scelte da compiere per l’attacco

Situazione tutta da decifrare per il reparto offensivo: si riparte senza dubbio da Kean (riscattato dall’Everton per 30 milioni) e da Chiesa, che dopo la stagione “post-infortunio”, sarà ai nastri di partenza nelle migliori condizioni possibili. Sembra possibile anche il riscatto di Milik che Giuntoli conosce bene già dai tempi di Napoli mentre è la situazione legata a Vlahovic è più nebulosa.

Se dall’Inghilterra dovesse arrivare qualche offerta da capogiro, la Juventus potrebbe prenderla in considerazione con la consapevolezza che il serbo è un talento ancora tutto da esplorare. Ancora da decidere infine il futuro di Di Maria, uno stipendio pesante il suo con alle spalle giocatori giovani che cercano spazio.

Giuntoli e la grana esuberi: tutti i giocatori che rientrano a Torino

Cristiano Giuntoli dovrà riuscire a gestire con grande attenzione anche la situazione legata ai giocatori di proprietà bianconera che rientrano dai prestiti. A fine stagione tornano infatti Arthur, Zakaria, Kulusevski, McKennie e i bianconeri hanno sotto contratto anche Cambiaso e Rovella.

Tanti giocatori per pochi posti. Bisognerà fare delle scelte con McKennie, che è l’unico che potrebbe essere riscattato dal suo club. Da questi giocatori che non sembrano più rientrare nei programmi della società bianconera, Giuntoli dovrà provare a ricavare un tesoretto da investire sul mercato.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Milan - Atalanta

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...