Virgilio Sport

Lazio-Feyenoord, Sarri è categorico sul futuro e svela un retroscena: "All'andata ci hanno preso in giro"

Partita cruciale per la Lazio in Champions contro il Feyenoord, Sarri svela un aneddoto - "all'andata ci hanno preso in giro" - e smentisce con forza le voci sull'addio.

06-11-2023 14:31

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Il futuro prossimo si chiama Feyenoord, quello a lunga scadenza sarà ancora Lazio. Maurizio Sarri lo ribadisce a chiare lettere nella conferenza stampa di presentazione del match di Champions, cruciale per i destini europei dei biancazzurri. Lui di lasciare la panchina biancoceleste non ha alcuna intenzione, anzi vuol chiudere la carriera nella Capitale. Smentite con forza, insomma, voci e indiscrezioni delle ultime ore, moltiplicatesi dopo la sconcertante prestazione di Bologna, che lo volevano addirittura orientato a un addio.

Sarri: “Voglio chiudere la carriera alla Lazio”

Le prime parole ai microfoni di Sky, ancor prima che cominci la conferenza ‘ufficiale’, sono dedicate da Sarri proprio a questa questione:

Io via dalla Lazio? Va contro tutte le dichiarazioni fatte da me fino a questo momento e non capisco da dove certe illazioni possano essere uscite fuori. La verità è che voglio chiudere la carriera a Roma. Sto qui e combatto col mio presidente, il mio ds, i miei giocatori e il mio popolo. Non capisco come un avvio di campionato con qualche difficoltà possa farmi cambiare idea. Parole condivise con Lotito? No, questo è un sentimento mio che ho sempre ribadito e non capisco perché siano state messe in giro cose diverse.

La rivelazione: “Il Feyenoord ci ha preso in giro”

Dalle arrabbiature per le voci sul suo futuro a quelle provocate dal ricordo della partita d’andata, in cui Sarri assicura di essersi sentito preso in giro dal Feyenoord, insieme ai suoi calciatori:

Siamo a metà del cammino ed è una partita importantissima. A Rotterdam loro hanno vinto e ci hanno preso anche in giro, è una cosa che ci pesa. Come rimediare? Dobbiamo giocare con umiltà, perché non siamo superiori a nessuno, ma anche con fiducia, perché non siamo inferiori a nessuno. Il Feyenoord è squadra aggressiva, di gamba, con una tecnica discreta. Dovremo muovere la palla a grande velocità. Kamada? È un’opzione, dispiace molto non farlo giocare spesso ma tatticamente qualche problema ce lo crea. Bisogna stare attenti a mantenere certi equilibri.

Il ruolo di Immobile e il “mal di gol” della Lazio

Le ultime considerazioni sono relative all’insolito e per certi versi sorprendente ‘mal di gol’ della Lazio. Ecco come pensa di risolverlo il tecnico e il ruolo che può avere Immobile per uscire dal tunnel:

Ci manca trasformare in pericolosità la mole di lavoro che facciamo. Segniamo di meno, l’anno scorso eravamo primi in rapporto a gol/occasioni, adesso addirittura siamo ultimi. A volte non riusciamo neppure ad arrivare in zona gol e non riesco a spiegarmi perché. L’anno scorso abbiamo vissuto un problema simile, l’abbiamo risolto con più attacchi negli spazi e in area di rigore. Quest’anno abbiamo caratteristiche diverse. Immobile? Bene, vogliamo recuperarlo in pieno oppure no? Se vogliamo recuperarlo, qualche minuto deve giocarlo.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE B:
Ascoli - Brescia
Reggiana - Sudtirol
Palermo - Ternana
Sampdoria - Cremonese
Lecco - Como
Catanzaro - Bari
Parma - Cosenza

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...