Virgilio Sport

Lazio-Juventus, moviola: Bremer graziato, tutti gli errori dell’arbitro

La prova di Colombo all’Olimpico analizzata ai raggi X dall’esperto di Dazn Luca Marelli, il fischietto comasco ha ammonito tre giocatori e Allegri

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Dopo essere rimasto fermo due settimane Colombo, considerato il più talentuoso della next generation arbitrale, dopo le polemiche per la sua direzione in Inter-Atalanta quando fece infuriare tecnico i dirigenti della Dea (ed anche prima – in Monza-Milan, non aveva brillato) era tornato in A dirigendo bene Udinese-Torino e convincendo Rocchi che gli ha affidato il big-match dell’Olimpico. Alla sua 29esima presenza in Serie A, con anche 3 direzioni in Coppa Italia e un paio di apparizioni in campo internazionale, dopo la promozione di gennaio, come se l’è cavata ieri il fischietto comasco?

Clicca qui per vedere gli highlights di Lazio-Juventus

I precedenti di Colombo con Lazio e Juventus

E’ stata la terza volta in assoluto per Colombo con la Juve, seconda stagionale dopo quella contro il Sassuolo del Mapei terminata con la vittoria neroverde per 4-2. L’altra occasione è stata la vittoria contro lo Spezia per 2-0 del 31 agosto 2022. Diversi sono i precedenti con la Lazio visto che con il direttore di gara comasco i biancocelesti non hanno mai perso: 3 pareggi e 2 vittorie.

L’arbitro ha ammonito tre giocatori e Allegri

Coadiuvato dagli assistenti Preti e Vecchi con Marchetti IV uomo con Mazzoleni al Var e Chiffi all’Avar l’arbitro ha ammonito 3 giocatori, di cui uno della squadra di Allegri più lo stesso allenatore bianconero: Iling-Junior (J), Weah (J), Immobile (L).

Lazio-Juventus, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Al 24’ Szczesny effettua un’uscita rischiosa sui piedi di Pedro in area, riesce ad allontanare il pallone tra le proteste dello spagnolo per il contatto. Si prosegue. Al 59′ Kean giù in area della Lazio. Non c’è rigore, l’intervento in scivolata di Gil a è regolare, sul pallone.Al 72’ sull’occasione di Marusic, Bremer trattiene Zaccagni che va giù in area: l’arbitro non vede, il Var non la giudica evidentemente grave errore. Episodio molto dubbio.

Per Marelli c’era rigore su Zaccagni

A fare chiarezza sui casi di Lazio-Juventus è l’esperto di Dazn Luca Marelli che spiega: “Sei falli dei primi ventisette minuti, siamo sotto la media la media della Serie A. Colombo lascia giocare. Contatto tra Pedro e Szczęsny? Lo spagnolo giustamente non protesta, anche perché la dinamica si lasciava a interpretazioni diverse. Dalla telecamera bassa, però, si vede che Szczęsny con l’anulare sinistro toccare il pallone, sembra una sciocchezza, ma non lo è. Per quanto riguarda la trattenuta su Zaccagni, l’arbitro stava seguendo l’azione sulla parte destro del campo. La trattenuta è nettissima, Zaccagni non trattiene Bremer e per quanto l’arbitro non potesse vederlo, questo è un episodio da Var“.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...