Virgilio Sport

Le decisioni del Viminale dopo scontri ultrà non convincono, è polemica

Annunciato pugno duro, si va verso divieto trasferte a rischio ma per molti il provvedimento non è sufficiente

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

La montagna finora ha partorito un topolino fatto di promesse e indicazioni: c’era legittima attesa per l’incontro al Viminale tra il Ministro dell’Interno Piantedosi, il ministro dello Sport Abodi, il presidente di Lega Casini e il presidente della Figc Gravina chiamati a dare una risposta al tifo violento dopo i fatti di domenica sull’autogrill della A1 all’altezza di Arezzo. Quanto accaduto negli scontri tra ultrà romanisti e napoletani, con tutti i risvolti del caso – dagli audio agghiaccianti ai retroscena sul mancato appuntamento di guerriglia a Genova con altre tifoserie – aveva spaventato e indignato tutti. La risposta del Governo però sembra non aver soddisfatto tutti.

Viminale, annunciato pugno duro

Al termine della riunione si parla di massima severità, di misure più pesanti ma nessuna nuova norma legislativa, nessun decreto legge solo un’interpretazione più stringente delle regole attuali, in particolare sul tema delle trasferte. L’Osservatorio sta monitorando e valutando la situazione: si va verso il divieto di alcune trasferte (già Salernitana-Napoli sarebbe a rischio per i tifosi azzurri) ma in molti speravano in provvedimenti più severi.

Viminale, l’ironia di Paolo Paganini

Fioccano le reazioni. Accende la miccia Paolo Paganini. Il giornalista della Rai scrive su twitter: “Quindi alla luce dei (non) provvedimenti adottati sin qui, domenica sull’A1 hanno solo giocato a fare la guerra come dissero ai guerrieri della notte? Eh beh tanta roba….”. Inevitabili i commenti infastiditi: “Repubblica delle banane” oppure: “I delinquenti vanno trattati come tali, gabbio per tre anni e via…”

C’è chi ipotizza: “Prima di Napoli-Juve non prendono di certo nessun provvedimento, hai visto mai…” e anche: “Purtroppo occorre individuare inequivocabilmente chi fa cosa per attribuire responsabilità. Questi signori sono organizzati. Il 05 febbraio ci sarà Spezia Napoli. I tifosi ospiti lo scorso anno arrivarono con i soliti tubi verdi da idraulico visti nei filmati TV”

Viminale, delusione per le decisioni anti-violenza

Il web è scatenato: “L’ennesima occasione buttata alle ortiche…Italia nel baratro” oppure: “Non vogliono chiudere la curva x il match Napoli Juve, vedrai che prossima settimana faranno tutto” e ancora: “Ne hanno identificati 180. Dessero loro il daspo a vita. Ma no invece trasferte chiuse e quei 180 andranno in casa allo stadio magari provocando ancora danni. Difficile capire” e infine: “Che questi pseudo tifosi devono essere durante puniti non c’è dubbio. Solo che tutta questa enfasi dovrebbe essere utilizzata anche nei confronti di tutti quei cori vergognosamente ignorati”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...