Virgilio Sport

Lecce-Sassuolo, l'arbitro Sacchi nega stretta di mano alla guardalinee: è polemica. Il video

Le telecamere immortalano il mancato saluto tra l'arbitro di Lecce-Sassuolo, Juan Luca Sacchi, e l'assistente Francesca Di Monte: scoppia la bufera, ma c'è una spiegazione.

07-10-2023 13:47

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

C’erano le telecamere di ben due emittenti, Dazn e Sky, a riprendere la scena, che è diventata – suo malgrado – immediatamente virale. Nel prepartita di Lecce-Sassuolo, sfida valevole per l’ottava giornata di Serie A, l’arbitro Juan Luca Sacchi ha salutato i calciatori delle due squadre prima dell’ingresso in campo, un gesto classico che precede ogni confronto non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Il “fattaccio”, però, si è verificato quando era il turno di salutare la sua assistente, la guardalinee Francesca Di Monte.

L’arbitro Sacchi non dà la mano all’assistente

Come in tante scene cult dei film di Paolo Villaggio, al momento di salutare la guardalinee Sacchi, semplicemente, “non dà la mano”. Proprio così: appena si accorge che non è un braccio di un calciatore, ma quello della Di Monte, ritrae il braccio e passa oltre. Evidente il gesto di sorpresa e incredulità della guardalinee, che abbozza una smorfia e poi scuote vistosamente il capo. Immagine diventata immediatamente cult sui social.

Sacchi non saluta la guardalinee: bufera social

Tanti i commenti a riguardo. “Ma bene, adesso alle assistenti si nega perfino il saluto”, scrive un utente su X/Twitter. “Vista in diretta, che scena tristissima”. E ancora: “Ah ma allora avevo visto bene: che screanzato”. Non mancano le interpretazioni più fantasiose: “Forse Sacchi ha semplicemente una moglie molto gelosa“. Ma c’è pure chi precisa: “Sarebbe utile conoscere il regolamento prima di parlare a sproposito. Il saluto della crew arbitrale avviene sul campo. Nel tunnel di ingresso il protocollo prevede saluto tra gli arbitri e i capitani”.

La spiegazione: cosa prevede il protocollo Aia

E in effetti è proprio così: secondo quello che è il protocollo Aia, la squadra arbitrale si saluta negli spogliatoi e sul terreno di gioco mentre l’area del tunnel è destinata soltanto al saluto coi capitani delle due squadre. Ecco spiegato il mancato saluto del direttore di gara. A “sbagliare”, dunque, regolamento alla mano sarebbe stata proprio l’assistente Di Monte, che istintivamente ha allungato il braccio verso l’arbitro Sacchi quando non avrebbe dovuto.

Gazzetta dello Sport: Rocchi ha redarguito Sacchi

Se il protocollo dice una cosa, il buon senso ne prescrive un’altra. E, secondo la Gazzetta dello Sport, il designatore Rocchi avrebbe già “redarguito” Sacchi per la mancanza di educazione nei confronti della sua assistente. La giustificazione del fischietto di Macerata? Quella di essersi preoccupato di dover dare, per una sorta di par condicio, immediatamente la mano al capitano del Lecce dopo aver stretto quella del capitano del Sassuolo.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Milan

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...