,,
Virgilio Sport SPORT

L’Inter è una macchina da gol: come Dzeko ha cancellato Lukaku

Contro lo Sheriff l'Inter è tornata a vincere una partita casalinga di Champions League dopo due anni: i numeri del bosniaco esaltano i tifosi e Simone Inzaghi.

20-10-2021 09:20

L’Inter ha vinto una partita casalinga della Uefa Champions League. Quella che dovrebbe essere una news dalla cadenza quasi abituale è invece diventata la classica notizia da prima pagina, visto il disastroso rendimento interno, e assoluto, dei nerazzurri nelle ultime tre edizioni della massima competizione europea per club.

Grazie al 3-1 allo Sheriff, infatti, i giocatori nerazzurri sono infatti riusciti in un’”impresa” che mancava da due anni: 23 ottobre 2019, 2-0 al Borussia Dortmund con gol di Lautaro Martinez e Antonio Candreva, ieri come oggi terza giornata della fase a gironi. Era quella la prima Inter di Antonio Conte, che in quella serata d’autunno poté guardare con ottimismo al passaggio del turno, poi sfumato a causa dei deludenti risultati delle ultime tre partite, ma di fatto compromesso in precedenza con l’inopinato pareggio interno contro lo Slavia Praga.

Allargando il raggio anche alla scorsa edizione (zero successi) e alla stagione con in panchina Luciano Spalletti l’Inter aveva vinto solo due delle ultime dieci partite interne di Champions, per questo il tris allo Sheriff è stata una liberazione che ha ovviamente anche rimesso completamente in discussione le gerarchie del girone, ora tornate su binari più “prevedibili” complice anche il brutto tracollo interno dello Shakhtar Donetsk di Roberto De Zerbi contro il Real Madrid.

Certo, la squadra di Simone Inzaghi deve ancora inseguire essendo attualmente al terzo posto con quattro punti contro i sei di Real e Sheriff, ma i moldavi visti a San Siro non possono fare paura neppure in vista dello scontro diretto in trasferta, nel quale i campioni d’Italia dovranno fare bottino pieno per poi ripetersi in casa contro lo Shakhtar al fine di non avere l’obbligo di vincere nell’ultima giornata, in casa contro il Real Madrid, quell’obbligo di vincere sempre fatale nel turno conclusivo delle ultime tre edizioni della Champions.

L’Inter, che era ancora a secco di gol in questa edizione, ha registrato anche il proprio record assoluto di tiri in porta in una gara della competizione più importante dal 2003, ben 29. Un dato confortante, che conferma l’ottima produzione offensiva della squadra di Inzaghi, già vista contro Real e Shakhtar, ma che non deve ingannare, perché lo Sheriff è la squadra che ha subito più tiri in porta in tutta la Champions dopo le prime tre giornate, ben 80.

Ma nella serata più felice dell’esperienza interista di Arturo Vidal, autore di un gol e un assist, “impresa” che al cileno in Champions League era riuscita solo un’altra volta, con la Juventus contro il Chelsea nel 2012, e in quella in cui Lautaro Martinez non ha trovato la via del gol non si può che celebrare la vena realizzativa di Edin Dzeko.

Il bosniaco si conferma su livelli realizzativi quasi mai visti in carriera, l’ideale per non fare rimpiangere Romelu Lukaku. L’ex romanista era a secco in Champions League da cinque partite, non segnando da ottobre 2018, ed è stato finora implacabile in casa, con cinque gol in cinque partite stagionali.

Ma a conferma che dal proprio nuovo centravanti l’Inter si aspetta non solo gol, ma anche un valido contributo in fase di regia offensiva e anche sul piano tecnico, quello che non si poteva chiedere per caratteristiche a Romelu Lukaku, ecco l’assist per la rete di Vidal, fornita proprio da Dzeko, che a 35 anni e 216 giorni non è troppo lontano dal record di Didier Drogba, il giocatore “meno giovane” capace di fare gol e assist nela stessa partita di Champions, nel novembre 2014 a 36 anni e 259 giorni.

Dopo l’amara sconfitta contro la Lazio Simone Inzaghi può quindi tornare a sorridere: la sua Inter tira e segna e l’attacco gira eccome. L’obiettivo minimo del passaggio del turno in Champions è tornato possibile.

 

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...