Virgilio Sport

Lite Mourinho-Serra, la decisione della procura federale sul deferimento

Dopo quasi due mesi, il procuratore deferisce il quarto uomo di Cremonese-Roma, Marco Serra. E riaccende i riflettori sul caso dell'anno

26-04-2023 18:28

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

La lite Mourinho-Serra occupa ancora oggi uno spazio, nella gerarchia delle notizie che si profilano, in questo pomeriggio di attese e domande. Infatti, a quasi due mesi dai fatti di quel Cremonese-Roma, era infatti il 28 febbraio, l’arbitro Marco Serra è stato deferito dalla Procura federale.

Nelle sue indagini, il procuratore Giuseppe Chinè ha rilevato un comportamento che lo ha indotto a procedere nei riguardi del fischietto che, in una autentica altalena, si è reso attore protagonista di uno dei casi più controversi della stagione calcistica.

Mou-Serra, il deferimento dell’arbitro

Secondo quel che ha deciso il procuratore in base agli elementi emersi, Serra ha quindi rivolto nei riguardi dell’allenatore della Roma espressioni pesanti affermando che trattasi di “oggettivo carattere inopportuno, ingiurioso e finanche offensivo delle parole utilizzate”, tale da violare “i principi di lealtà, probità e correttezza posti a fondamento dell’ordinamento sportivo”.

Ma anche le norme specifiche del regolamento Aia che impongono agli associati di “improntare il proprio comportamento al rigoroso rispetto dei principi di lealtà, trasparenza e rettitudine a difesa della credibilità ed immagine dell’Aia”.

Le testimonianze e la ricostruzione

Quelle testimonianze raccolte hanno accreditato la versione fornita da Mourinho, il quale ha sempre sostenuto di essere stato destinatario di offese e insulti pronunciate da Serra in un’occasione accesa, sicuramente, non tale da giustificare la sua esplosione verbale.

Secondo le ricostruzioni della Procura, all’allenatore della Roma “che a Serra si era rivolto per tentare di avere spiegazioni riguardo ad una decisione arbitrale assunta dal direttore di gara a seguito di un contrasto di gioco tra un calciatore della Cremonese (Tsadjout) e uno della Roma (Kumbulla)”, sono state rivolte “le seguenti testuali parole:

“Ti stanno prendendo tutti per il culo. Vai a casa, Vai a casa’ (accompagnando le stesse con un movimento circolare della propria mano destra, ossia, roteando il dito indice)”.

L’espulsione di Mourinho

In quella circostanza, Mourinho venne espulso dall’arbitro Piccinini e il Giudice sportivo gli aveva inflitto due giornate di squalifica: la sanzione era stata inizialmente sospesa, tanto che Mou era andato regolarmente in panchina per la sfida con la Juventus, per poi essere confermata, costringendolo a saltare anche il derby con la Lazio.

Lite Mourinho-Serra, la decisione della procura federale sul deferimento Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Milan - Atalanta

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...