Virgilio Sport

Liverpool, il retroscena sull’addio di Klopp e dove può andare: sognano anche in serie A

Klopp spiega i motivi che lo hanno spinto ad annunciare l'addio al Liverpool al termine della stagione e promette: "Non allenerò mai un club inglese"

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Dopo aver annunciato l’addio al Liverpool al termine della stagione, Jurgen Klopp fa gola a tantissimi club del Vecchio Continente. Anche in Italia si sogna: dalla Roma al Napoli, con De Laurentiis che ci aveva già provato prima di ingaggiare Rafa Benitez. Intanto il tecnico tedesco ha chiarito i motivi che lo hanno spinto a salutare Anfield Road.

Liverpool in corsa per tutto, ma Klopp lascia: ecco perché

Confermatissimo dal club nonostante un’annata deludente, Klopp ha riportato il Liverpool al top. Primo in Premier, avanti in Europa League, in corsa in FA Cup e in finale in Coppa di Lega: insomma, il 2024 potrebbe essere un’altra stagione di quelle memorabili. L’annuncio dell’addio in estate stride con i risultati sul campo. Ma l’ex Borussia Dortmund ha i suoi buoni motivi: “Faccio questo lavoro da 24 anni e ci sono alcuni aspetti che non sopporto più. Ho basato la mia carriera sull’energia, su un certo modo di allenare che non riesco più a sostenere. Ho capito che le mie risorse non sono infinite, ma fino al termine della stagione darò il massimo”.

Dove allenerà Jurgen Klopp? L’annuncio in merito al suo futuro

Il massimo esponente attualmente in circolazione del gegenpressing parla del suo futuro: “Devo prendermi una pausa o smettere”. Già, non esclude il ritiro, a soli 56 anni. Per quanto riguarda la prossima annata sembra avere le idee chiare, chiarissime, Klopp. “Non allenerò nessun club e nessuna nazionale”. Quindi una promessa ai tifosi del Liverpool, con cui ha vinto anche una Champions League e un Mondiale per club: “Non allenerò mai un altro club inglese, anche se dovessi morire di fame”.

In Italia sono in tanti a sognare Klopp: Napoli e Roma sperano

Già, di sogno di tratta. Almeno per il momento. Perché le vie del calcio sono infinite e Napoli e Roma, con le operazioni Ancelotti e Mourinho, hanno già dimostrato che tutto è possibile. A proposito del Napoli, De Laurentiis aveva già avuto un contatto con Klopp prima di scegliere Rafa Benitez. Sono trascorsi 11 anni e chissà che ADL, a caccia di un tecnico in grado di rilanciare il progetto azzurro, non decida a sorpresa di riprovarci. Stesso discorso vale per la Roma: naufragato il piano Mourinho, la squadra è stata temporaneamente affidata a De Rossi. I Friedkin proveranno a puntare su un altro nome di spicco del panorama internazionale? Il Liverpool invece pensa a Xabi Alonso, ex stella dei Reds, per sostituire Klopp.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...