,,
Virgilio Sport SPORT

Marelli fa chiarezza su rosso a Lautaro e arbitraggio Manganiello

La direzione di Inter-Cagliari vista ai raggi X

Ha scatenato proteste su tutti i fronti l’arbitraggio di Manganiello durante Inter-Cagliari: dal gol nerazzurro di Lautaro al rosso per lo stesso argentino si sono lamentati tifosi di tutti i club. Per l’ex arbitro Luca Marelli, però, non c’è stato niente di scandaloso nell’operato del direttore di gara di San Siro.

RECUPERO – Dopo aver premesso che il recupero è stato incompleto perché bisognava aggiungere sessanta secondi, si passa subito ad analizzare il primo caso dubbio ovvero il gol al 28′ di Lautaro con le proteste molto vivaci del Cagliari per una presunta spinta dell’attaccante al difensore Walukiewicz.

IL GOL – Marelli scrive che un contatto delle mani di Lautaro sulla schiena del difensore c’è, innegabile specificando però che è un contatto molto leggero, non tale da poter portare all’annullamento della rete.

L’AMMONIZIONE – Molti hanno protestato per un mancato rosso a Lukaku per fallo su Pellegrini: è stato estratto il cartellino giallo e per Marelli è giusto anche se Lukaku ha rischiato parecchio, salvato dalla scarsa velocità di impatto e dal tentativo di ritrarre le gambe una volta accortosi di essere in ritardo sul pallone.

IL PENALTY – Al 60esimo minuto proteste dell’Inter per un contatto in area tra Young ed Oliva: “Per quanto mi concerne, il rigore non sarebbe stato un errore ed anzi avrebbe più giustamente punito il gesto tutt’altro che naturale di Oliva”.

IL ROSSO – Dopo aver giudicato regolare il gol di Nainggolan (le gambe di Godin e Joao Pedro non sono a contatto. E’ un normalissimo contrasto di gioco, interrompere l’azione sarebbe stato un errore) l’ex fischietto comasco analizza il “fattaccio” del ’93 quando Lautaro Martinez cade a terra malamente dopo un contrasto con Walukiewicz.

LE PROTESTE – Lautaro protesta per la mancata concessione del calcio di punizione a favore ma la recriminazione non ha alcuna base: Walukiewicz non sfiora nemmeno l’avversario ma lo anticipa nettamente. Lautaro si rialza sbracciando platealmente nei confronti dell’arbitro e viene (giustamente) ammonito. Quanto capita dopo è la perdita del controllo da parte dell’attaccante dell’Inter: Evidente che Lautaro abbia rivolto qualche espressione molto “pesante” verso Manganiello che, infatti, estrae immediatamente il cartellino rosso.

LO SPUTO – Marelli aggiunge un’ultima nota: “Subito dopo l’espulsione di Lautaro una parte della panchina dell’Inter protesta vivacemente. Tra questi Ranocchia che, dopo essersi girato verso il quarto ufficiale Pezzuto, sputa a terra nella sua direzione: Ora, credo che Ranocchia abbia dimostrato in tante occasioni di essere una gran brava persona. Credo che si sia pentito di questo gesto appena uscito dal terreno di gioco alla fine della partita. Resta un comportamento che non può essere accettato”. In sintesi la prestazione di Manganiello non ha nulla di scandaloso.
Un solo episodio si presta a diverse interpretazioni (il rigore richiesto per il contatto Oliva/Young), tutto il resto è stato ben deciso (recupero a parte).

SPORTEVAI | 27-01-2020 11:07

Marelli fa chiarezza su rosso a Lautaro e arbitraggio Manganiello Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...