Virgilio Sport

Max Allegri, ritorno sempre più probabile dopo l'ennesima lezione

Allenatore non esente da critiche, ma vincente e oggi rivalutato: Allegri vuole tornare protagonista, ma la scelta non è scontata e i rumors aumentano

Pubblicato:

Quanto tempo reggerà anche il campionato senza Max Allegri e la sua filosofia di gioco, caparbia e concreta e al tempo stesso aziendalista, è ancora per un intervallo breve. La nostalgia che lo attanaglia lo ha indotto a manifestare prima in una veste inconsueta, quella di ballerino per una notte a Ballando, poi negli studi di Sky Sport in una ruolo più prossimo a quello di allenatore quella sensazione di ansia e desiderio che lo proietterà su una panchina. Si è dato una data di massima, Allegri. Eppure qualcosa non torna. Non c’è un annuncio ufficiale ed è comprensibile, in una simile fase del campionato, perché qualunque avvicendamento inciderebbe in instabilità su una qualunque squadra. Così potrebbe essere per la Fiorentina, ancora scossa per l’addio di Cesare Prandelli alla panchina e il recente avvicendamento.

Max Allegri:  il ritorno in panchina, annuncio entro giugno

Le indiscrezioni si rincorrono e si susseguono, anche oggi. Ed è chiaro, ovvio. Quale sia il club prescelto, l’investimento su Allegri è pressoché una certezza perché al netto delle sue personali convinzioni, è un tecnico che fatica e non crea attriti interni alla società e alla squadra, pur mantenendosi – complice una personalità indubbia – distante dai giocatori.

Ha rifiutato il Chelsea e non solo, ha rivelato il pigmalione Giovanni Galeone, per ragioni di natura familiare ed è una scelta comprensibile vista la possibilità concreta di rimanere in Serie A e di occupare – magari – anche la panchina più prestigiosa della Liga.

Il curriculum di un tecnico vincente: le vittorie di Max Allegri

Nel suo curriculum vanta primati non indifferenti: ha vinto uno scudetto con il Milan, cinque con la Juventus e ha sfiorato la Champions League. Non è uno che ha da dire sui singoli, almeno in pubblico e a microfoni aperti: ha fatto più e meglio di altri stimati colleghi in panca che avevano palesato critiche non certo gentili nei confronti della proprietà. E alla conferenza stampa di addio alla Juventus, Allegri si è commosso, ha pianto. Senza proferire parole di disistima e che potessero riservargli rancore o cattivi giudizi.

Allegri in Serie A: la situazione

Questo è il suo stile, è evidente. Dove potrebbe cambiare e dove vorrebbe andare, oggi, un simile campione della panchina? La Juventus potrebbe essere l’idea più allettante, ma anche la più complicata da realizzarsi per via dei precedenti con i vertici e del rischio di scivolare dall’altezza delle memorie gloriose dell’Olimpo passato. E gli stessi tifosi, reduci dalle cocenti delusioni del presente, lo hanno quasi idealizzato. Ancor meno probabile il ritorno al Milan, che con Stefano Pioli e Ibra ha manifestato identità e carattere, e all’Inter con un presente così incerto anche in materia finanziaria.

A Roma, Fonseca sembra ancora in bilico nonostante tutto e tutti. E lì forse si potrebbe pensare, complice la nuova proprietà, di mettere in corsa una nuova squadra con idee e progetti aderenti agli ideali allegriani. Inoltre l’understatement dei Friedkin sarebbe in linea con la cifra del tecnico livornese, dettaglio che non guasta. Anche il Napoli sarebbe una panca da considerare, per via della frattura tra l’allenatore Rino Gattuso e il presidente Aurelio De Laurentiis, ma per questioni di conoscenza reciproca forse un tecnico già collaudato come Maurizio Sarri, che ha piena padronanza dell’ambiente, potrebbe imprimere la svolta chiesta dalla proprietà se non dovesse finalizzare con la Fiorentina per la prossima stagione.

Cosa che ad Allegri riuscirebbe, se volesse. E questo rimane il suo vantaggio: Max tornerà, ma con e solo le sue condizioni. Di gioco e di presupposti.

VIRGILIO SPORT

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...